Torna all'Home Page

Yamimatsu Logo

Introduzione Manga Serie TV Personaggi Gallery Youko Matsushita

storia
Volume 01

01 cover Informazioni Generali:
Titolo: Yami no Matsuei (I Discendenti delle Tenebre)
Autrice: Youko Matsushita
Casa editrice: Hakusensha (Hana to Yume Comics)
Data di pubblicazione: 19 settembre 1997
Codice: ISBN4-592-12446-4
Prezzo: 390 Yen

La Storia:
Asato Tsuzuki, un giovane di apparentemente 26 anni, è uno Shinigami, un Dio della Morte, in servizio presso l'Enma-cho. In realtà Tsuzuki è morto da circa 70 anni e la sua anima avendo sia poteri particolari che un particolare rimpianto che lo ha tenuto legato alla vita terrena non è potuta salire al cielo e il ragazzo è divenuto un Dio della Morte. L'Enma-cho è un particolare ufficio governato da Re Enma (il Dio degli Inferi) che si occupa di indagare su "morti" sospette, ovvero su persone che essendo state registrate sul Kiseki (il Registro dei Morti) in realtà non sono defunte veramente. Compito degli Shinigami è quello di far morire queste persone.
Tsuzuki è famoso nel suo ufficio per essere uno scansafatiche e un buontempone, nonostante sia in servizio da molto tempo è ancora un impiegato semplice che non ha fatto carriera. [L'Enma-cho è strutturato e rappresentato come un qualunque ufficio pubblico giapponese. ^.^]
Il Capufficio Konoe affida al nostro protagonista un nuovo caso e un nuovo compagno: Asuka (visto che quelli che lo affiancano o se ne vanno perchè non lo sopportano o perchè vengono promossi). I due devono aiutare Ayako Sugizawa una ragazza che ha tentato di uccidersi più volte ma che nonostante il suo nome sia scritto sul Kiseki è ancora in vita.
Alla vista della foto della giovane Asuka ha una strana reazione e appena riescono a raggiungerla Ayako salta al collo del giovane esclamando: "Masaki!".
La ragazza racconta che Masaki Kimura era suo cugino che è morto sei anni prima nel tentativo di salvarla dall'annegamento (era caduta in un fiume). Lei sta cercando di uccidersi per il rimorso, ma puntualmente non ci riesce: è come se qualcuno la stesse proteggendo.
Tsuzuki si mette così all'opera, anche se Asuka non sembra che voglia che la ragazza muoia, e le organizza un nuovo suicidio.
Asuka cade nella trappola tesagli dal collega e si rivela per colui che è: Masaki il cugino di Ayako che l'ha protetta anche dopo la morte
Il caso viene archiviato e il nome della ragazza cancellato dal Libro dei Morti. Anche Masaki viene "esiliato" nel mondo dei vivi per punizione per aver disobbedito all'Enma-cho.
Con la dipartita di Asuka a Tsuzuki viene affidato l'ennesimo nuovo partner, ma il capufficio lo spedisce in missione a Nagasaki prima di presentarglielo dicendogli che lo incontrerà sul posto. Come compagno provvisorio gli assegna uno dei Gushoshin (uno dei due Dei gemelli che lavorano in archivio). Stavolta devono indagare su alcune morti sospette causate da un vampiro.
Tsuzuki non fa in tempo ad arrivare sul luogo che si imbatte in una bella ragazza che gli cade letteralmente fra le braccia, ma la giovane subito fugge via. Dopo poco viene aggredito da un ragazzino che lo accusa di essere il vampiro che ha commesso gli omicidi. Tsuzuki non può far ricorso ai suoi poteri di fronte a una persona viva e messo alle strette dal giovane non è in grado di difendersi. E' Gushoshin che ferma entrambi, il ragazzino che ha di fronte è Hisoka Kurosaki, il suo nuovo compagno!
I due fanno conoscenza e la curiosità di Tsuzuki si spinge molto avanti tanto da chiedere a Hisoka come sia morto. Il giovane rivela che è stato a causa di una malattia.
Tsuzuki e Gushoshin indagando, per caso, scoprono che la causa della morte di Hisoka non è stata una malattia ma una maledizione, decidono di non dire la verità al loro nuovo collega.
Intanto la missione procede e i due si ritrovano a cercare di scoprire qualcosa su Maria Wong, una giovane cantante di Hong Kong molto famosa e richiesta. I due pensano che sia manovrata da qualcuno come un burattino, i Gushoshin li hanno informati che Maria è morta suicida tempo prima.
Mentre Tsuzuki aspetta Hisoka in un locale dove si sono dati appuntamento incontra Kazutaka Muraki, un dottore che soccorre una bambina colta da malore. Il dottore stupisce non poco il nostro Tsuzuki e prima di andarsene dice allo Shinigami: "...anche lei stia attento a non perdere di nuovo una persona importante".
Intanto le cose fra Hisoka e il suo nuovo collega non vanno molto bene: il ragazzino è molto freddo e distaccato nei confronti del partner, ma la causa del suo comportamento è data dal fatto che Hisoka è empatico e riesce a percepire i sentimenti altrui senza volerlo e senza alcun controllo sulla cosa. Per questo ha eretto un muro fra se e il mondo esterno.
Tsuzuki tende una trappola a Maria e riesce ad avvicinarla. Viene a sapere che la ragazza si è uccisa a causa dei continui maltrattamenti della matrigna. Mettendo così alle strette la madre fanno arrivare allo scoperto anche il Dottor Muraki: è lui che si è servito di Maria per attirare uno Shinigami. Adesso rapisce Hisoka per poter tendere una trappola a Tsuzuki e ottenere i suoi poteri.
Il nostro protagonista entra in azione e accorre in aiuto del partner, intanto Muraki ha rivelato a Hisoka che è stato lui a pronunciare la maledizione che lo ha ucciso, ma il ragazzo è a conoscenza del vero motivo che lo ha portato alla morte.
Arrivato sul luogo Tsuzuki i due Shinigami uniscono i loro poteri e riescono a sconfiggere il dottore. L'anima di Maria viene rispedita in Cina e dopo del tempo si viene a sapere che la sua matrigna è stata trovata morta barbaramente uccisa fracassandole la testa.

Differenze Manga/Serie TV:
Delle storie trattate in questo tankobon è stata trasposta in animazione solo quella di Maria Wong, corispondente agli episodi 1, 2 e 3. Sono state apportate alcune piccole modifiche che non hanno stravolto le vicende di base.

Fairy Tailfairy tail

In fondo al volume è pubblicata una storia breve che l'autrice ha realizzato nel 1994 e che è stata pubblicata sulla rivista Hana to Yume Planet del 15 aprile 1994.

Miku e la sorella Satoru vivono insieme a Lanan-Shie, un folletto della mitologia inglese. Ma Miku è stanco di avere la creatura fatata sempre tra i piedi e vorrebbe liberarsene.
Un giorno grazie all'aiuto di un amico scopre che gli elfi detestano la pianta del Sorbo, così il ragazzo è intenzionato a scacciare il suo "coinquilino" con alcuni rami di quel vegetale.
Lanan Shie vista l'ostilità del ragazzino è costretto a fuggire. Satoru sconvolta corre a cercarlo, ma è Miku, pentito per ciò che ha fatto, a riportarlo a casa, ribadendo che nonostante sia cresciuto crede ancora nei folletti come quando era bambino e lo incontrò per la prima volta.

Nota: nella versione italiana il nome dell'elfo è stato scritto Lananshy, ma l'autrice lo scrive in katakana "Ranan-shii" ho optato per la trascrizione "Lanan-Shie" perchè lo shy in fondo mi dava più l'idea di venir pronunciato "sciai".

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.