Torna all'Home Page

wanted logo

introduzione

cover giapponeseDati Tecnici:
Titolo: WANTED
Autrice: Matsuri Hino
Casa editrice: Hakusensha (Hana to Yume Comics)
Data di pubblicazione: 10 gennaio 2005
Codice: ISBN4-592-18821-7
Prezzo: 410 Yen

Gli episodi della mini-serie Wanted, disegnata da Matsuri Hino, sono stati pubblicati negli anni 2003/2004 dalla casa editrice Hakusensha su Lala DX (il solito "supplemento" con diversa periodicità di Lala, famosa rivista shoujo), in seguito, nel 2005, questo manga è stato raccolto in un volume unico a cui è stata aggiunta la short story "Haru wa Sakura" che era apparsa su Lala nel 2002.
In Italia è stato portato dalla JPop nel dicembre 2007 e pubblicato in un volumetto molto curato e dalla grafica molto simile a quello originale giapponese.
Questa storia ci racconta di Armelia determinata giovane che si mette in cerca del proprio innamorato che è stato rapito otto anni prima dall'equipaggio del Pirata Skulls; per ritrovarlo finirà per imbarcarsi, fingendosi ovviamente un maschio e facendosi chiamare Alto, sul vascello capitanato proprio da Skulls.
Il plot della trama risulta piuttosto interessante e neanche tanto scontato, seppur pieno di cliché, ma purtroppo il suo svolgimento non è all'altezza delle aspettative. Wanted è composto da soli tre capitoli neanche tanto legati fra di loro. Si vede benissimo che era nato come storia autoconclusiva (e magari pure per sondare i gusti del pubblico), ma, sulla lunga distanza, non ha mai avuto una pianificazione accurata. Altra cosa che salta vistosamente agli occhi è che Hino-Sensei ha scritto e disegnato questo fumetto mentre era impegnata con altro (Meru-Puri e Vampire Knight) e questo titolo è una sorta di "rifugio", il classico fumetto fatto, probabilmente, per allentare lo stress. Non gli è stata data l'attenzione che forse necessitava.
Le tre storie che lo compongono, come si diceva poco sopra, sono tra di loro piuttosto slegate, magari le prime due possono essere una la continuazione dell'altra ma dalla terza si cambia proprio registro, questa è più un "nuovo capitolo, una nuova avventura di Armelia e Skulls". Purtroppo neanche il rapporto amoroso fra i due personaggi è approfondito, si è voluto creare una sorta di contrasto fra i due (si battibeccano sempre), ma i loro sentimenti vengono trattati in modo superficiale, invece ci sarebbero stati un paio di temi davvero interessanti da sviluppare (il "cambiamento" di Skulls che Armelia non accetta facilmente tutta persa com'è nella sua cotta infantile, il fatto che il Pirata non voglia metterla in pericolo e la tratti in modo molto scontroso...). Anche l'inserimento dell'aitante antagonista, Rayd il bel Comandante di Marina, non è per niente ben sfruttato, non si può venire a sapere come si chiama uno dei personaggi importanti della storia a una decina scarsa di pagine dalla fine!! E, ovviamente, anche lui soffre di una superficialità di fondo, soprattutto nella sua caratterizzazione e nelle sue motivazioni.
Non aiuta neppure il fatto che alcuni espedienti narrativi e situazioni siano banalotti e piuttosto raffazzonati (vedasi il modo in cui Armelia/Alto cade in mare o fugge dalla prigione). Si poteva decisamente escogitare qualcosa di meglio... Purtroppo dobbiamo aggiungere anche il fatto che le vicende dei due protagonisti non danno soddisfazione alla povera lettrice, si ha in ogni capitolo una sorta di avvicinamento di Armelia e Skulls, ma in definitiva niente viene portato a conclusione e il finale resta pure aperto con un "rivale" (Rayd) che non ha mai fatto niente per entrare in gioco realmente.
Dal lato grafico però è un volumetto che non delude, ma questo solo per il fatto che i disegni di Hino-Sensei non deludono mai. Certo sarebbe stata molto gradita qualche illustrazione in più dove Armelia veste suntuosi abiti sette/ottocenteschi o un bel look da piratessa (invece che quella "divisina" da mozzo), ma sull'esecuzione tecnica, la gradevolezza dei disegni e l'impostazione delle tavole non si discute. Il design fantastico e fantasioso di Matsuri Hino è davvero molto adatto per una trama con questo tipo di ambientazione.
La storia breve inserita a conclusione di questo tankobon è, a mio avviso, decisamente più riuscita, ma questo probabilmente perchè era nata fin dal principio come progetto autoconclusivo. Anche questa è magnifica dal lato grafico e del design: la Maestra Hino è l'unica che sia riuscita a non rendere ridicolo un personaggio vestito con un kimono tradizionale e un cappello da cowboy e vi assicuro, non era facile!!
In conclusione un volumetto che potrà piacere a un pubblico molto giovane o con non troppe pretese, i soli disegni non sono certo sufficienti a giustificarne l'acquisto. Oppure, come sempre, se vi serve per completare la collezione delle opere dell'autrice in questione.

mappa menu


In My Humble Opinion (I Commenti degli Altri):
chii
Beh, c'è poco da dire: storia carina, fascinosi pirati e bei disegni. Si poteva fare di meglio, una lettura senza troppe pretese giusto per passare una mezzora "senza pensieri".

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

personaggi riassunto edizione italiana storia extra gallery matsuri hino
Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.