Torna all'homepage del Nekobonbon

 

VITAMIN

Cover italianaVitamin di Keiko Suenobu è senza dubbio uno di quei manga che lascia il segno: crudo e diretto, ci mostra le violenze a cui viene sottoposta una studentessa giapponese dopo essere stata sopresa in intimità con il proprio ragazzo. Come l'autrice stessa dichiara nella postfazione del volumetto, il manga era inizialmente nato come una storia autoconclusiva di un centinaio di pagine ma ha poi "preso vita" trasformandosi in un racconto più articolato che, secondo l'intento della sensei, vuole puntare il dito su una realtà ben presente nelle scuole nipponiche ma molto spesso sottovalutata o, peggio ancora, ignorata. Quello che viene spontaneo chiedersi dalla lettura di queste pagine è quanto ci sia di autobiografico in questa storia, dubbio generato in parte da una frase sibillina della Suenobu ("Tutte cose che io non saprei fare e che non ho saputo fare") e dal fatto che anche nelle sue opere successive continui ad affrontare il tema del bullismo e della depressione giovanile. Quale che sia la risposta, è indubbio che il risultato finale è un manga di impatto ed efficace, a tratti quasi angosciante...
Si viene infatti travolti proprio dall'angoscia affrontata giornalmente da Sawako e si riesce a palpare chiaramente lo stato d'animo della protagonista, merito anche dei disegni così "carini" nelle scene rilassate (che comunque risentono dell'acerbità dell'autrice, il tratto è indubbiamente ancora ben lontano dall'essere pulito e preciso) quanto grezzi e quasi deformati nelle scene più violente...
Un'opera quindi che forse non risulterà digeribile a tutti (è una lettura certamente poco adatta ai più giovani per la presenza di scene molto estremizzate, talvolta probabilmente troppo estremizzate) ma che sicuramente a tutti è consigliata in quanto è capace di far riflettere, cosa ormai non consueta nelle letture che ci vengono proposte nelle nostre fumetterie di fiducia.


 

In My Humble Opinion (I commenti degli altri):
MINMAY
Non ero per niente attratta da questo manga, ma devo dire che si è rivelato una vera e propria sorpresa!!
Il tema trattato è davvero crudo e l'atmosfera è per certi versi cupa ed angosciante. La cosa comunque che mi ha più sconvolto è la domanda che automaticamente ti viene alla mente durante la lettura: "quanto c'è di autobiografico in questa storia?" e ciò che sconvolge di più è che le vittime del bullismo scolastico spesso non abbiano aiuto da nessuno, nè genitori nè professori e debbano contare solo su se stesse.
Consigliato a tutti, ma soprattutto a coloro che pensano che vivere nel paese dei manga sia tutto rose e fiori.
SBRN

Questo sito non č a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.