Torna all'Home Page

Zanzou Logo

shounen zanzou

Laurence e AdrianLa storia si apre in una stanza dove su un letto insanguinato un giovane uomo sta abbracciando il cadavere di un ragazzo, poco più in là vi è il coltello che ha usato per il delitto.
La polizia fa irruzione nell'appartamento e arresta Adrian Clay, il proprietario, con l'accusa di essere l'omicida dell'adolescente, tale Laurence Hill, nonchè il serial killer conosciuto dalla polizia come "Blindman", un assassino che adescava le proprie vittime fra i ragazzi che si prostituivano e che, dopo aver avuto un rapporto con loro, li bendava e li pugnalava.
Adrian viene processato e ammette, in tribunale, di essere sia l'assassino di Laurence sia il serial killer che ha ucciso i sei adolescenti, viene quindi condannato e rinchiuso in carcere.
La scena poi si sposta su un lungo flash back dove viene narrato il primo incontro fra Adrian e Laurence: Adrian ha appena commesso uno degli omicidi in un vicolo buio, quando sopraggiunge Laurence che nonostante veda e capisca quello che è accaduto non da peso più di tanto alla cosa. Adrian fugge via, ma nello scappare gli cade di mano una specie di bracciale con una targhetta, Laurence lo raccoglie.
Il giorno dopo Adrian sta rientrando a casa dopo il lavoro (è un insegnante di scuola elementare) e si ferma a parlare con i vicini di casa, si scopre che è un tipo molto gentile e amato dai bambini e che sua madre è stata assassinata quando lui era piccolo.
Ad un certo punto compare Laurence che gli mostra quello che aveva perso il giorno prima e gli dice di essere risalito a lui e alla sua abitazione da ciò che vi è impresso sopra: "Wolfgang A. Clay" e un numero di telefono. Quello altri non è che il collare del suo animale domestico: Wolfy, un iguana.
Adrian ha paura che Laurence riveli la verità a tutti, ma quando la vicina di casa gli chiede se lui è un amico di Adrian risponde che è suo fratello minore (la vicina si beve la bugia). Dopo di che Laurence (che tutti chiamano Laur) lascia qualcosa nel taschino della camicia di Adrian, gli dice di andarlo a trovare a quell'inidizzo se rivuole indietro la medaglietta di Wolfy, lo bacia su una guancia e se ne va.
Quella sera Adrian si reca nel posto indicatogli da Laur e scopre che è un club privato, una casa d'appuntamenti. Gli viene indicato dove può trovare il ragazzo e aperta una porta lo vede in compagnia di un altro giovane che giace sdraiato e ammanettato a un letto. Notato Adrian, Laur molla lì il tizio e esce con il nuovo arrivato. I ragazzi si "rifugiano" in bagno in quanto, pare, che il padrone del locale abbia messo microspie e telcamere in tutte le stanze e che le cose di cui i due devono discutere siano piuttosto riservate.Laur
Adrian in preda al panico chiede a Laur indietro la targhetta, ma il giovane sembra prendere tempo, allora il primo gli chiede che cosa voglia in cambio e se voglia ricattarlo, Laur gli mostra un tatuaggio che ha sul petto (rappresenta un iguana con al collo una catena) e gli dice che quel simbolo è la prova che lui appartiene al boss di quel casino (un tale Dallas) e che vuole che Adrian l'aiuti a essere libero. Adrian gli risponde che non sa come poter realizzare il suo desiderio e se ne va via sconvolto.
Intanto uno degli scagnozzi di Dallas sta mostrando al suo capo la foto di una delle vittime di Blindman, è uno dei suoi ragazzi.
Tempo dopo Adrian nota Vic, la bambina che vive vicino casa sua, mentre un negoziante la rimprovera per avere rubato un carillon dal suo negozio. Adrian si offre di pagare l'oggetto e poco dopo si accorge che lì c'è anche Laur. La bambina chiede al ragazzo chi sia e lui le risponde con la frottola della volta prima: è il fratello minore di Adrian. Vic gli dice che i due non si somigliano molto, ma Laur continua con la sua bugia e le risponde che se anche la loro età è molto diversa, quando vivevano a casa dei genitori erano molto affiatati e il fratello maggiore lo aiutava spesso negli studi. Poi, 5 anni prima, aveva deciso di andarsene di casa e da allora i genitori avevano vissuto nel ricordo di quel "fratello perfetto" che li aveva lasciati e alla fine anche Laurence aveva deciso di andarsene e di venire in città a cercarlo.
Vic, dopo aver affidato il carillon ad Adrian, se ne va e il giovane si chiede se quella che ha raccontato Laur sia la storia della sua vera famiglia. Ne ha la sicurezza quando riceve la conferma dalle parole del ragazzo. I due si fermano a parlare (e non solo) a casa di Adrian e alla fine anche lo stesso Adrian si "confessa": sua madre era instabile mentalmente e quando era piccolo gli ripeteva spesso che lui era nato in un luna park. La donna si prostituiva e portava a casa i suoi amanti, non guardava mai il figlio, neppure quando gli parlava e il bambino era convinto che facesse finta che lui non esistesse. Adrian avrebbe fatto qualunque cosa per attirare l'attenzione della donna.
Un giorno lo portò al luna park e mentre il bambino correva verso un Pierrot che distribuiva palloncini, se ne andò abbandonandolo. Adrian riuscì a tornare a casa, ma solo in tempo per assistere all'omicidio della madre: un dei suoi amanti, geloso perchè la donna aveva altri uomini, l'accoltellò. Durante il litigio con l'uomo la madre di Adrian gli rivelò che non voleva più il bambino e che lo aveva abbandonato al luna park dove era "nato", infatti a 16 anni lei era stata violentata da un uomo vestito da Pierrot proprio in quel parco dei divertimenti.
Commesso il fatto l'uomo fuggì e Adrian entrò nella casa, vedendo la madre che gli chiedeva aiuto con lo uno sguardo apatico, invece di ascoltare le sue suppliche e chiamare l'ambulanza, prese in mano il coltello che aveva usato il suo amante per ferirla e le dette il colpo di grazia, poi le aveva coperto gli occhi che erano rimasti aperti, con del nastro adesivo. Non sopportava che la donna continuasse a fissarlo con quello sguardo privo di espressione. Venne trovato dalla polizia in stato di shock cinque giorni dopo, nessuno sospettò che anche lui fosse "implicato" nella vicenda.
In seguito aveva studiato ed era diventato insegnate per impedire che altri bambini vivessero esperienze come le sue, ma accortosi di essere impotente di fronte a molti casi e di odiare i giovani che ogni notte vendevano il loro corpo senza provare vergogna o risentimento (come aveva fatto la madre in passato), aveva finito per trasformarsi nell'assassino Blindman.
Laur, ascoltato il racconto, gli chiede se durante la notte quelli che uccide siano solo i ragazzi che si prostituiscono o anche la madre o addirittura se stesso. Gli dice anche di dimenticare le uccisioni e tutto il resto e di ricominciare da capo. Infine i due si addormentano abbracciati.
Quando la mattina seguente Laur si sveglia Adrian è già uscito e gli ha lasciato da mangiare sul comodino. Il ragazzo finisce per passare del tempo a casa di Adrian e non torna più al locale d'appuntamenti. Capito che è fuggito Dallas manda i suoi scagnozzi in giro che lo trovano facilmente, inoltre riconoscono in Adrian l'assassino dell'altro loro "amico".Laurence & Wolfy
Un giorno Vic chiede a Laur se lui sia il fidanzato di Adrian, il ragazzo le domanda come mai pensi una cosa del genere, lei gli risponde: "Intuito femminile!". Notata una macchina sospetta parcheggiata lì vicino, il ragazzo consegna a Vic la targhetta di Wolfy e le dice che probabilmente quella sera non tornerà a casa, quindi di dare da mangiare all'iguana al posto suo. Poi si incammina verso l'auto, ma prima chiede alla bambina se nel caso che lui e Adrian stessero insieme lei continuerebbe ad amarli? La piccola risponde: "Non essere stupido. Quello si chiama pregiudizio. Io voglio bene a te, Adrian e a Wolfy."
Il Boss Dallas, saputo che vuole scappare, ha deciso di riprendersi Laur e ha mandato i suoi uomini a cercarlo, sono loro che occupano la macchina in sosta lì vicino. Riportato il ragazzo al locale iniziano a torturarlo e a drogarlo per farsi "consegnare" Adrian e convincere Laur a non riprovare a fuggire, ma non ottengono nessun risultato.
Oramai sono passate due settimane dalla sparizione di Laur e Adrian sta tornando a casa dal lavoro in preda allo sconforto e pensando al ragazzo. Apre la porta e vi trova Laurence seduto con in mano il carillon di Vic. I due si riabbracciano, ma a un certo punto Laur estrae una pistola e la punta verso Adrian. Gli mostra anche un foglio, dice che è una lettera da parte di suo fratello: lo stava cercando da molto tempo e ora che lo ha trovato si prenderà cura di lui. Laur dice a Adrian che oramai non ha più bisogno di lui e che lo ucciderà.
Adrian prende in mano un coltello che si trovava lì vicino e mentre Laur lo minaccia ancora lo colpisce al cuore. Il ragazzo lascia andare la pistola e mentre sta morendo dice: "Adrian... avevi promesso. Mi hai salvato. Mi hai liberato. Adrian...".
Poco dopo Adrian scopre che la lettera che Laur gli aveva mostrato era solo un foglio bianco e che la pistola era scarica, lo aveva provocato perchè voleva che lo uccidesse, solo così sarebbe stato libero dalla sua prigionia. Scopre anche che Dallas è il vero fratello di Laur.
La scena poi ritorna nel tribunale, la giuria sta leggendo il verdetto e condanna Adrian all'ergastolo. Lui si dispera urlando: "Perché non mi mandate dove c'è lui?"
Sono passati due anni e Adrian è ricoverato in un ospedale psichiatrico, i medici notano che le sue condizioni sono migliorate da quando gli permettono di uscire fuori all'aperto. A un certo punto Adrian nota sul muretto di cinta della terrazza la figura di Laur sorridente con in mano dei palloncini e gli corre incontro abbracciandolo.
Tempo dopo le vicine di casa di Vic stanno parlando del caso e di come Adrian si sia gettato giù dalla balaustra della terrazza dell'ospedale morendo sul colpo, ma l'ospedale nega ogni responsabilità dell'accaduto, dicono che una spessa rete di ferro si trovasse intorno al tetto in modo da impedire che i loro pazienti commettessero certi gesti e che fosse chiusa a chiave quel giorno.
Vic è seduta poco lontano sulle scale di casa con Wolfy in braccio quando vede volare in cielo un palloncino e esclama: "Wolfy, sono loro!".

zanzou backNota: i nomi dei personaggi si prestano a molteplici trascrizioni. Quelle usate dalla Planet nelal sua prima edizione (Lawr, Lawrence) non sono del tutto sbagliate, io li ho trascritti diversamente solo per gusto personale. Una sola cosa... non ho capito perchè hanno traslitterato il cognome di Adrian, Graigh, quando in katakana è scritto Kurei. In questo caso ritengo Clay una trascrizione più giusta.
Nella ristampa del 2013 sempre ad opera della Planet Manga il diminutivo di Lawrence viene trascritto Lol in quanto pare sia ispirato a quello di un famoso batterista e tastierista inglese, tale Lawrence "Lol" Tolhurst ...fatto sta che Lol suona decisamente ridicolo. Mentre il cognome di Adrian diventa, finalmente, Clay.
Shounen Zanzou significa qualcosa tipo "L'Immagine Persistente/Residua di un Ragazzo".

devil inside

Frontespizio JapRalph e Rick sono due cugini molto affiatati. Un giorno al ritorno da scuola Rick ha un malore e il cugino lo accompagna a casa. Quando il ragazzo si riprende la mamma lo chiude in cantina dicendogli: "Da oggi non sei più un essere umano!". Chiuso lì sotto Rick ha modo di scoprire di discendere da un vampiro (il suo bisnonno venne trasformato in una di quelle creature nel tentativo di sconfiggere quella che "infestava" le sue proprietà nella campagna inglese di fine 800) e ogni tanto nella sua famiglia nasce qualcuno che al compimento del 16° anno si trasforma in un "succhiasangue".
Rick viene tirato fuori dalla cantina dal cugino andato in visita, ma appena uscito finisce per aggredirlo. Il giorno dopo si reca a scuola come se nulla fosse e qui, viene a sapere da Ruth che Ralph non si fa vivo da un po' di tempo. Intanto Rick fa amicizia con Ruth e la ragazza lo invita a cena da lei. Qui incontra suo padre, un reverendo, che alla fine della serata gli dichiara di conoscere la verità: era un grande amico di suo nonno ed anche a lui era accaduta la stessa cosa, ma l'uomo che era riuscito a dominarsi per parecchi anni, solo quando il suo lato "demoniaco" aveva preso il sopravvento il padre di Ruth lo aveva ucciso.
Sulla strada di casa Rick aggredisce Jimmy, un teppista che a scuola lo maltrattava spesso, e sconvolto per quello che è accaduto chiede aiuto a Ruth. La ragazza gli dice che se suo nonno è riuscito a dominarsi per parecchio tempo potrà farlo anche lui, ma in quel momento irrompe in chiesa anche il reverendo che attacca Rick con un paletto. E' Ralph che lo salva succhiando il sangue dell'uomo, dichiara anche che è stato lui ad uccidere Jimmy e non il cugino, esorta anche l'amico a comportarsi da vero vampiro e a lasciar perdere il suo lato umano. Rick decide di non seguire ciò che lui gli dice e a quel punto non gli resta altro che uccidere con un paletto Ralph.
Per Rick inizia una nuova vita accanto a Ruth, torna a scuola e cerca di vivere come sempre, intanto... il padre di Ruth a causa del morso di Ralph... è divenuto un vampiro.

when a heart beats

Frontespizio JapTed è un ragazzo un po' sbandato e succube di Ray, suo fratello maggiore, da quando da piccolo ha rubato una chitarra in un negozio e a causa sua una ragazzina morì investita da una macchina.
Doris è la nuova fidanzata di suo fratello, la ragazza organizza una festa nella villa del fidanzato mentre questi è fuori per lavoro e proprio mentre lei e i suoi amici fanno baldoria arriva Janet, l'ex-moglie di Ray, in cerca di alcune medicine salvavita che aveva lasciato lì. Mentre le due discutono Janet cade a terra e muore. Doris ha paura di venir incolpata dell'omicidio e allora Ted la aiuta nascondendo il cadavere. Intanto uno strano individuo chiama Doris al telefono e le dice di aver assistito all'omicidio, non racconterà niente a nessuno se entro una settimana gli consegnerà 20.000 dollari. Come se non bastasse pure il cadavere scompare.
Ted e Doris non possono fare altro che attivarsi per racimolare i soldi necessari, passano dallo spaccio della droga alle rapine in banca ma tutti i tentativi sono dei fallimenti. Doris tenta pure di partecipare a un concorso di bellezza dove il primo premio è proprio la somma che le serve, ma quando uno dei giudici le dice che la farà vincere se si concederà a lui, Ted irrompe nella stanza e la porta via.
Tornano a casa e qui Ted le dichiara il proprio amore, i due decidono anche di scappare da New York insieme, ma il giorno dopo Ray si ripresenta alla villa e Ted dichiara di aver seguito gli ordini del fratello che aveva intenzione di uccidere la sua ex-moglie per ereditarne il patrimonio. I due fanno bere un veleno a Doris che era stata usata fin dall'inizio per essere incolpata dell'omicidio.
E' qui che Ted decide di ribellarsi ai soprusi di Ray e confida al fratello che Janet non è stata uccisa (aveva sostituito il veleno con un sonnifero, lo stesso che ha somministrato a Doris), compare anche Janet che ha sentito tutto. Nel tentativo di fuggire Ray cade giù dal balcone e muore.
Però Doris non riesce a fidarsi di nuovo di Ted e finisce per abbandonarlo, ma convinta dalle parole della sua amica Betsy capisce che quello che sta facendo è sbagliato e corre al locale dove Ted sta tenendo un concerto (suona in una band). I due possono finalmente stare insieme.

Nota: a pg 163 della prima edizione Planet Manga, il dialogo della 3a vignetta è tradotto male, quello che parla è Ted: "Ti amo! In questo mondo la persona che ti ama di più sono io! Ted!! Hai capito scema!!".

menu

Mimay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

introduzione gallery ristampa giapponese edizioni italiane kaori yuki
Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.