Torna all'homepage del Nekobonbon

 

>

Pagina introduttiva di Ransie La colonna sonora di Ransie Informazioni su Koi Ikeno Il manga di Ransie La serie tv di Ransie I personaggi di Ransie Galleria di immagini di Ransie

Dati tecnici
Titolo originale: "Tokimeki tonight"
(traduz. "Emozione notturna")
Titolo italiano: "Ransie la strega"
N° episodi: 34
Produzione: Group TAC
Character Design: Magoichi Takazawa
Musiche: Kazuo Ohtani
Sceneggiatura: Toshio Okabe
Regia: Hiroshi Sasagawa
Periodo di trasmissione: 07/10/1982 ~ 22/07/1983
Loghi a confronto

Considerazioni

I poteri di Ranze e EyeCatchParallelamente alla pubblicazione del manga di "Tokimeki tonight", venne realizzata una serie animata che però si presenta molto diversa dalla controparte cartacea; ciò fu in parte dovuto al fatto che le trasmissioni iniziarono quando ancora c'era ben poco materiale a disposizione su cui basarsi (il primo tankobon del manga uscì infatti un mese dopo l'inizio della serie tv) quindi la storia narrata nell'anime presenta pochi punti in comuni con quella narrata nel manga e se ne discosta soprattutto per quanto riguardo le atmosfere che vi si respirano.
Mentre infatti la versione cartacea, pur iniziando come una commedia fantastico-scolastica, si è evoluta verso toni più seri ed ha approfondito anche gli aspetti interpersonali tra i personaggi, in tv si è voluto puntare maggiormente al lato comico delle vicende di Ranze e company. Questo ha reso la storia molto simile al classico filone delle maghette in cui la protagonista, dotata di un potere magico (in questo caso la trasformazione grazie alle proprie origini vampiresche), si trova a dover affrontare avventure di vario tipo dalle quali riesce a trarsi (quasi) sempre d'impaccio grazie alle proprie capacità speciali. Ciò ha notevolmente sminuito lo spessore delle vicende e soprattutto dei personaggi che restano immutati nel corso della storia e non si evolvono come invece accade nel manga (basti pensare allo stesso Shun che scopre di essere una creatura infernale e si trova d'improvviso catapultato in una realtà che fino ad allora non aveva neanche immaginato).
Alcune scene e il ballettino censuratoSolo alcuni degli aventi narrati nei primi 3 volumi del manga sono stati ripresi in tv e la stragrande maggioranza degli episodi presenta sceneggiature create appositamente da Toshio Okabe sotto la regia di Hiroshi Sasagawa . E' inoltre del tutto assente la presenza dei figli di Ranze e Shun in quanto l'anime ha un finale aperto che vede ancora irrisolto il triangolo amoroso Ranze-Shun-Yoko, sebbene i primi due si siano già confessati il reciproco amore. Purtroppo c'è anche da dire che nemmeno dal punto di vista qualitativo la serie animata è pari al manga, le animazioni sono infatti piuttosto scadenti e solo pochi episodi presentano dei bei disegni [generalmente 1 su 4... ovvero c'era solo un sakkan che aveva un minimo di decenza U_U], nel complesso però è una serie piuttosto divertente che merita almeno una visione.

L'anime è giunto anche in Italia, con il titolo di "Ransie la strega", fortunatamente in un periodo in cui le censure non erano ancora così drastiche, per cui non si sono avuti tagli sostanziali alla storia ma solo la modifica dei nomi dei personaggi, in un paio di casi solo "addolciti" rispetto all'originale. Ecco così Ranze diventare Ransie, Moori diventare Boris e Sheera divenire Sheila, mentre Shun, Rinze e Yoko si sono trasformati in Paul, Ronnie e Lisa; il principe Aaron e Sand mantennero invece il nome originale.
In verità qualche taglietto qua e là c'è stato visto che nell'edizione dvd della Yamato Video sono presenti scene in giapponese sottotitolate (ma non avendo ancora visionato quella versione non so di preciso se si tratti di censure vere e proprie o sviste di montaggio), manca inoltre la parte finale dell'ultimo episodio dove tutti i personaggi fanno il verso alla sigla finale, ballando nudi con il famoso mantello nero come fa Ransie nella sigla di coda... purtroppo però, se l'idea in sè era molto carina, non altrettanto ben riuscito è il risultato finale perchè i disegni sono piuttosto bruttini e l'animazione pessima (per non dire inesistente).
Subtitle Italiano e Giapponese La sigla italiana fu cantata dai Cavalieri del re, mentre il doppiaggio vede all'opera voci piuttosto note anche tra i personaggi minori: tanto per citare i tre protagonisti, troviamo Beatrice Margiotti nei panni di Ransie (doppiatrice di Mimì Ayuhara, Nanako di "Caro Fratello, Kasumi di "Ranma", Jane di "Jane e Micci"), Marco Joannucci (voce di Sugar in "Forza Sugar", Bero in "Bem", Calendarman, Ganchan in "Yattaman") in quelli di Paul, mentre Lisa aveva la voce di Francesca Rossiello (nota per i ruoli di Arale, Ann in "Mademoiselle Ann", Coccinella, Nanà supergirl).

L'edizione giapponese fu di alto livello, il cast annoverava alcuni tra i più noti interpreti dell'epoca: Ranze aveva la voce di Eriko Hara (Hikaru in "Orange Road", Ayako in "Slam Dunk", Iron Mouse in "Sailorstars"), Yoko era doppiata da Miina Tominaga (Pelsha/Evelyn, Karin in "Dna2", Yuka in "Touch", Kozue in "Maison Ikkoku"), mentre Shun era interpretato da Yuu Mizushima che ha dato la voce anche a Serge/Celi in "Lulù", a Toshio in "Creamy", a Shoo/Ronny in "Magical Emi" e innumerevoli altri. I coniugi Etoh avevano invece la voce di Yoshito Yasuhara (Juza in "Hokuto no Ken", Daigo in "Gordian", Toshio/Matthew in "Cat's eye", Onijima in "Mademoiselle Anne") e di Noriko Oohara (che ha sempre dato la voce alla "cattiva" delle varie serie "Time Bokan", a Guglia in "Doraemon", a Peter in "Heidi", e a Conan il ragazzo del futuro).

Per ulteriori approfondimenti vi rimando come al solito alle singole pagine raggiungibili dalla tabella qui sotto ^_^

Ransie dalla sigla finale

Questo sito non č a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.