Torna all'Home Page

NANA-Logo

Pagina Generale i film Il manga La serie tv I personaggi Galleria di Immagini Ai Yazawa

introduzione

Nana e HachiNana è uno shoujo manga di Ai Yazawa pubblicato in Giappone dall'anno 1999 sulla rivista Cookie (edita dalla Shueisha) ed arrivato nel nostro paese nel 2002 per la casa editrice Planet Manga. Per il momento conta, in patria, 21 uscite in tankobon (dal 2008 la serializzazione ha subito una battuta d'arresto a causa di alcuni problemi di salute di Ai Yazawa), ovviamente è ancora in corso. In Italia sono stati dati alle stampe 36 numeri della "serie regolare" (cioè un'edizione sottiletta a basso prezzo che ha spezzato in due ogni volume originale) ed è in fase di ristampa con la versione "Collection" dove ogni uscita corrisponde a un tankobon giapponese. Visto l'enorme successo ottenuto è stata prodotta anche una prima serie TV composta di 47 episodi andata in onda in Giappone per la Nippon Television tra il 2006 e il 2007, trasmessa anche in Italia su MTV e distribuita in DVD da DynIt in 14 uscite supportate, per alcuni volumi, da gadgets a tema. Inoltre si contano ben due lungometraggi "live" prodotti in Giappone nel 2005 e nel 2007 e distribuiti in Italia in DVD da One Movie nel marzo 2008. Non manca ovviamente una stupenda e orecchiabile colonna sonora dove sono presenti le idols Anna Tsuchiya e Olivia Lufkin che interpretano i brani che accompagnano la serie TV: "vestono" rispettivamente i panni di Nana Osaki e Reira, mentre nei lungometraggi tale compito è svolto da Mika Nakashima (Nana) e Yuna Ito (Reira).
La storia narra le vicende di Nana Osaki e di Nana Komatsu (ribattezzata "Hachi" dalla prima) due ragazze di vent'anni molto diverse tra loro che per una serie di coincidenze si incontreranno e si ritroveranno a dividere un appartamento a Tokyo in una convivenza che metterà a confronto i loro caratteri, i loro sogni, i loro desideri. Nana Osaki, cantante punk-rock grintosa e combattiva ma con il cuore a pezzi per via di un amore ormai lontano, si reca a Tokyo per lasciare alla spalle il passato e cercare di sfondare finalmente come cantante professionista, Nana Komatsu, ragazza sognatrice e piena di buoni propositi, va a Tokyo per poter stare accanto al ragazzo che ama e che qualche tempo prima si era trasferito proprio nella Capitale per studiare. Le due Nana si conoscono nello stesso treno che le porterà nella metropoli Giapponese e, per uno strano scherzo del destino, si ritroveranno poco dopo a visionare lo stesso appartamento che le due decidono di affittare assieme. Inizia così una nuova avventura per entrambe, un'esperienza nuova scandita dalla perfetta intesa che subito nasce tra la Osaki e la Komatsu, diverse tra loro, ma in fondo profondamente compatibili. Attorno a loro ruotano tanti altri personaggi che faranno da contorno alle loro vicende in ruoli importanti e fondamentali.
La storia, per quello che mi riguarda, è stata avvincente da subito e all'uscita di ogni volumetto, la voglia di "divorarsi" il manga viene quasi automatica. Le avventure sono molto profonde si alternano momenti divertenti a momenti veramente "shoujo". Tra le due Nana personalmente preferisco la Osaki, molto bella e con la sua aria misteriosa e affascinante mi ha conquistato da subito diventando assolutamente il mio personaggio preferito della storia. La Komatsu invece, sicuramente carina anche lei, ma forse per la sua indole "fiocchettosa" e per il suo modo di fare magari un po' infantile e viziato non mi ha particolarmente conquistato e confesso che spesso l'ho trovata abbastanza tediosa. Il commento si ferma alle due ragazze mentre, per quello che riguarda gli altri personaggi della storia, per apprezzarne al meglio il ruolo è decisamente interessante scoprili ad ogni ingresso nella storia, per cui vi rimando alla recensione dettagliata dei volumetti. Purtroppo, qua da noi, seguire il manga di Nana non è mai stato facile e tutt'ora presenta difficoltà per via delle uscite frammentarie che penalizza sicuramente il naturale scorrimento della storia (basti pensare che il primo numero è datato luglio 2002 mentre il numero 36, l'ultimo fin'ora uscito, è datato luglio 2008), la cosa è dovuta al fatto che lo stiamo leggendo quasi in contemporanea con l'uscita giapponese e spesso i nostri editori si ritrovano ...a corto di materiale!! Questo sicuramente è un punto dolente e il fan ha dovuto armarsi di mooooolta pazienza nel corso del tempo (ma non c'era modo di fare altrimenti, purtroppo). Sicuramente da citare è il Nana 7.8, un volumetto speciale o meglio un fan book che contiene schede, retroscena, interviste e, come cita proprio la copertina dello stesso, una guida completa al mondo di Nana (c'è la recensione completa nella pagina dedicata ai libri), decisamente una pubblicazione "solo per i veri fan", aggiungerei io. Concludo con una curiosità: il primo volume del manga "Nana" in Italia è stato stampato con la copertina del secondo volume e questo, all'epoca, fece infuriare non poco l'autrice cosicché la Planet Manga dovette correre immediatamente ai ripari, ristampando nuovamente il volume 1 con la copertina "corretta" (potete vederle entrambe nella sezione dedicata al manga dove si analizza la versione italiana).


In My Humble Opinion (I Commenti degli Altri):
Sbrn
Tra i manga della Yazawa, Nana è senza dubbio uno dei miei preferiti, mi ha preso subito fin dal primissimo numero (ovviamente mi riferisco al fumetto in quanto non sto seguendo la serie tv). La Sensei ha saputo creare una storia davvero avvincente, sia negli avvenimenti che nei personaggi, tutti riuscitissimi (Takumi ^o^). L'unico timore è se saprà proseguire su questi livelli (senza degenerare sulla lunga distanza come molte sue colleghe) e soprattutto dare alla vicenda un degno finale... noi tutti siamo speranzosi di si!!! ^_^
Minmay
Ammetto che ho un rapporto "conflittuale" con questo manga. Certo indubbiamente è molto valido, ma sarà che sto attraversando un periodo dove preferisco leggere gli shounen e cose più leggere e "divertenti" quindi, quando c'è, lo leggo molto volentieri ma non risento degli stop a cui siamo giustamente obbligati. Insomma non sono il tipo che stressa il "fumettaro" chiedendo quando uscirà il nuovo numero.
Indubbiamente questa è un opera di grande valore e sicuramente consigliata a tutti. Merita un'occhiata anche solo per curiosità anche perchè finalmente abbiamo uno shoujo adulto e molto più "realistico" di tanti altri.
Shu
Iniziai anch'io a leggere questo manga con molto interesse, conquistata non solo dal solito tratto della Yazawa e dalle sue intelligenti riflessioni sul mondo di oggi, ma anche e soprattutto dai personaggi e dai loro rapporti, che si arricchivano volume dopo volume. Ma è un manga che risente della lunga distanza… ad un certo punto per me è diventato una 'telenovela', e con i tempi lunghi delle pubblicazioni, ho smesso putroppo di interessarmi alla vicenda. E' un peccato, perché anch'io apprezzavo tantissimo il lato vero e adulto di questo shoujo, ma putroppo per me Nana ne avrebbe guadagnato da una conclusione in tempi più brevi.

Kyosuke
graphic by minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

Personaggi Manga Serie Tv Film Colonna Sonora Libri Gallery Gadget e Curiosità Ai Yazawa

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.