Torna all'homepage del Nekobonbon

 

Pagina introduttiva di Kakan no Madonna Informazioni su Chiho Saito Il manga di Kakan no Madonna I personaggi di Kakan no Madonna Galleria di immagini di Kakan no Madonna

La madonna della ghirlandaKakan no Madonna è un bellissimo manga di Chiho Saito pubblicato in 7 volumi a partire dal 1993 dalla casa editrice Shogakukan e giunto anche in Italia come La madonna della ghirlanda (fedele traduzione del titolo giapponese) sulla testata Amici della Star Comics, a ritmo trimestrale. La particolarità che lo rende così affascinante ai nostri occhi è il fatto che la storia è ambientata in Italia durante l'epoca rinascimentale di Leonardo Da Vinci e della famiglia Borgia, proprio da un quadro del famoso pittore toscano prende infatti il via questa intricatissima vicenda che si svolge tra una città e l'altra della nostra penisola. Tutto ruota attorno al dipinto "La madonna della ghirlanda", che altro non è che il ritratto della protagonista Leonora, eseguito da Leonardo dieci anni prima; in realtà il quadro nasconde un segreto: rappresenta la chiave per trovare una preziosa spada, "il leone di smeraldo", simbolo di potere e perciò ambita da tutti coloro che mirano a dominare su tutti i regni che a quell'epoca dividevano l'Italia. Primo tra questi è Cesare Borgia, tanto affascinante quanto diabolico condottiero, che ambisce alla conquista dell'intera penisola e naturalmente del cuore della bella Leonora.
Travolta suo malgrado dagli eventi, la nostra protagonista non esiterà a combattere per la propria libertà, travestendosi da uomo sotto il falso nome di Leo, e affiancando il principe di Napoli, Falco, nella lotta contro i Borgia. E proprio di Falco, protagonista maschile della storia, Leonora si innamorerà, nascondendogli però inizialmente la sua doppia identità. Nel procedere della storia, numerosi personaggi si affiancheranno ai protagonisti, alcuni realmente esistiti (come il pittore Raffaello Sanzio), contribuendo a ingarbugliare ulteriormente la vicenda.
Come tutte le opere di Chiho Saito, infatti, non mancano i colpi di scena, soprattutto a livello sentimentale, anche se il tutto risulta molto più affascinante rispetto ad altri suoi manga, probabilmente a causa dell'ambientazione storica. I disegni sono molto curati, soprattutto nella riproduzione dei vestiti tipici dell'epoca, e sono ancora più belli nelle illustrazioni a colori, successivamente raccolte in un libro assieme a quelle di altre sue opere.
Il personaggio di Leonora (e, per certi versi, anche quello di Lucrezia) ci fa intravedere uno scorcio di quella che doveva essere la condizione femminile nel sedicesimo secolo, quando le donne erano molto spesso costrette a matrimoni di convenienza e impossibilitate a ribellarsi al loro destino... non a caso Leonora è costretta a travestirsi da uomo per poter viaggiare inosservata (in parte anche per colpa del ritratto leonardesco).
Però indubbiamente il personaggio più affascinante dell'intera storia è Cesare Borgia, bellissimo e cattivissimo, perfettamente riassunto in una descrizione che ne fa di lui Michelotto nel secondo volume: "Non dà spazio ai sentimenti. E non si muove mai inutilmente. Questo è messer Cesare". E infatti egli non esita a usare tutti i mezzi per raggiungere i propri obiettivi, compresa la sorella Lucrezia, che viene data in sposa a signori di vari regni, poi puntualmente uccisi dal fratello; c'è però un motivo per il comportamento di Cesare che, come ogni cattivo che si rispetti, nasconde una spiegazione per le sue efferate azioni. Successivamente la Saito ha ripreso questo personaggio rendendolo protagonista di una delle sue storie brevi.
In un certo senso Falco resta in ombra rispetto al suo antagonista, forse perchè per certi versi è più insignificante e un po' troppo "buonino" (©Lupo de Lupis) per i miei gusti. So già che molte fan del bel principe biondo non saranno d'accordo con me... XD


In My Humble Opinion (I Commenti Degli Altri):

Questo è un fumetto che volevo leggere fin da quando Barbara Rossi ne parlò su un "Soap Focus On" e devo dire che all'inizio non mi ha deluso, ma con l'andare del tempo ha preso una piega che non mi ha soddisfatto completamente (dal volume 5 in poi, tanto per capirsi). Comunque dopo aver completato la lettura della storia non me la sento di reputarlo un brutto fumetto, anzi, nonostante tutto lo trovo abbastanza carino.Niente da ridire sui disegni: stupendi gli abiti e le scene d'amore fra Leonora e Falco, sull'ambientazione e sulla caratterizzazione dei personaggi, Cesare in testa, è davvero riuscitissimo.

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.