Torna all'Home Page

Imadoki! Logo

Introduzione Yuu Watase Il Manga I Personaggi Galleria di Immagini

introduzione

Tanpopo e gruppo Dopo aver realizzato due opere a "sfondo fantastico" come Fushigi Yuugi e Ayashi no Ceres, Yuu Watase decide di "tornare alle origini" occupandosi di una storia scolastica (come aveva fatto in passato con Shishunki Miman Okotowari). La pubblicazione di Imadoki! (che può essere tradotto, come dice la stessa autrice sul primo volume, sia: Ai Giorni Nostri! che Adesso ho il Batticuore!) è iniziata su Sho-Comi (famosa rivista shoujo della Shogakukan) nel 2000 per concludersi l'anno successivo. Il manga poi è stato raccolto in 5 tankobon nella collana Flower Comics.
Tutto parte quando la protagonista, Tanpopo Yamazaki, si trasferisce a Tokyo per frequentare il liceo e si imbatte in uno strano giovane: Kouki Kugyou, che all'inizio pare essere un tipo sensibile e amante delle piante, ma quando lo rincontra a scuola con tutti i compagni si rivela freddo e scostante. Tanpopo, convinta che quello che ha conosciuto la prima volta fosse il vero carattere del ragazzo, decide di diventare sua amica a tutti i costi e comincia a tampinarlo stretto. Inoltre la scuola a cui è stata ammessa è un liceo molto esclusivo frequentato da moltissimi figli di papà che non vedono di buon occhio la nuova arrivata che non ha un'elevata posizione sociale ed è stata addirittura ripescata ai test d'ingresso. Dal canto suo Tanpopo è una ragazzina semplice e dai buoni sentimenti ed è giunta nella nuova scuola con le migliori intenzioni: farsi molti amici come aveva alle scuole medie frequentate in Hokkaido. Ma, nella sua ingenuità, si dovrà scontrare con le ostilità, i pregiudizi e il senso di superiorità che le manifestano gli studenti del nuovo liceo.
Le premesse sembrano quelle di qualunque shoujo scolastico, oltretutto neppure troppo originale e interessante, ma non dobbiamo dimenticarci che questo è un fumetto di Yuu Watase, quindi non ha niente a che fare con altre storie dagli argomenti simili e soprattutto non ha niente di... usuale. La Sensei lo ha infarcito di personaggi assurdi (vedasi Tsukiko e Kyougoku) e di gag a non finire suoi veri e propri marchi di fabbrica. Chi si aspetta qualcosa tipo le storie di Wataru Yoshizumi o Hanayori Dango di Yoko Kamio... beh è lontano anni luce da capire cosa sia effettivamente Imadoki!. Fra le opere della Sensei si avvicina ad Appare Jipangu/C'era una volta in Giappone, ma con un umorismo sì presente, ma meno marcato (in quanto non ne è la componente principale). Anche i personaggi se di primo acchito possano sembrare antipatici (devo ammettere che per le prime 30 tavole la stupidità di Tanpopo non mi aveva fatto ben sperare ^^;;) ben presto si rivelano tutt'altro e le numerose gag non solo servono a sdrammatizzare ma, in my humble opinion ovviamente, rendono la storia interessante e riescono a far notare il manga fra tutta quella serie di "titoli scolastici" uguali e ripetitivi. Non riuscirete a restare seri davanti alle uscite isteriche di Tsukiko, nè davanti alla, a volte, profonda stupidità di Tanpopo, nè alle apparizioni di Kyougoku.
Ovviamente Imadoki! non è solo questo, come in ogni manga della Sensei, altra componente importantissima è il lato romantico: se nei primi numeri la protagonista non si è ancora resa conto che... "l'amore ha bussato alla sua porta", con il proseguire della storia questo argomento verrà trattato sempre più in profondità.
I disegni sono quelli "post-Ayashi no Ceres", quindi molto carini, godibili, precisi e ben realizzati, le tavole ben strutturate e gli sfondi dettagliati (ovviamente quando vengono disegnati). Insomma è lo stile ben collaudato dell'autrice che tutti noi oramai conosciamo bene.
In conclusione se avete avuto a che fare con Yuu Watase solo per le sue opere fantastiche non dovete certo lasciarvi scappare l'opportunità di vederla all'opera con un tema diverso, personalmente... l'ho trovato un manga molto divertente, una ventata di aria fresca fra gli shoujo scolastici (che, come chi frequenta il Neko ben sa, a me proprio non vanno giù).

Tanpopo e Poplar

In My Humble Opinion (I Commenti degli Altri):
Sbrn
Inizialmente non mi era davvero piaciuto, temevo un "Appare Jipangu 2 la vendetta", ma fortunatamente le gag sono molto diminuite nel corso della storia, dando più spazio alla storia d'amore dei protagonisti. Uno shoujo decisamente carino, anche se secondo i miei canoni è più una storia da leggere a scrocco che da collezionare. Ma considerando che non è nemmeno eccessivamente lungo, almeno un pensierino lo merita sicuramente.

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

I Personaggi Il Manga La Gallery yuu watase

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.