Torna all'homepage del Nekobonbon

 

Pagina introduttiva di Himechan no Ribbon Galleria di immagini di Himechan no Ribbon I personaggi di Himechan no Ribbon La serie tv di Himechan no Ribbon Il manga di Himechan no Ribbon Informazioni su Megumi Mizusawa La colonna sonora di Himechan no Ribbon

Pinup1"Himechan no Ribbon" (trad. "Il fiocco di Himechan") è la storia di Himeko, una ragazzina che acquista poteri magici grazie a un fiocco rosso donatole da Erika, principessa del regno della magia; nelle sue avventure, Himeko è affiancata da numerosi personaggi, i più importanti dei quali sono il leoncino di peluche Pokota e il compagno di scuola Daichi, destinato ben presto a trasformarsi in qualcosa di più di un semplice amico per la nostra protagonista.
Quest'opera vanta un manga di 10 volumi, splendidamente disegnati e sceneggiati da Megumi Mizusawa ed editi in Giappone dalla casa editrice Shueisha, dai quali è stata tratta una serie tv di 61 episodi, trasmessa anche in Italia col titolo di "Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare"... la sfortuna ha voluto che l'anime sia approdato nel nostro paese in un periodo poco felice per gli adattamenti di questo tipo di prodotto, i nomi dei personaggi furono infatti quasi tutti stravolti e 2 episodi (seppur riassuntivi) non sono stati trasmessi.
Miglior sorte è toccata fortunatamente al manga, pubblicato dalla Panini Comics a partire da ottobre 2011 in una graziosa edizione che ha finalmente ripristinato tutti i nomi originali e che ha permesso a coloro che non avevano ancora avuto modo di toccare il manga con mano, di poter apprezzare il vero finale di questa deliziosa storia.
Personalmente amo molto il manga di Himechan, tra tutte le maghette è indubbiamente la mia preferita, ha infatti scalzato dal podio Creamy (fino ad allora dominatrice incontrastata della classifica, nonchè maghetta per eccellenza); avendo alla base una solida sceneggiatura (la Mizusawa ha saputo infatti creare un piccolo gioiellino), molti dei difetti presenti nei precedenti anime/manga dedicati a maghette non sono presenti (o meglio, sono fortemente attenuati). Innanzitutto la storia non è costellata da episodi autoconclusivi, le avventure di Himeko si susseguono incatenate l'una all'altra; questo almeno nel manga
e nella prima metà dell'anime... è vero infatti che dalla seconda metà in poi aumentano le storie a sè stanti, probabilmente per allungare la durata della serie e sfruttarne il successo il più possibile. Anche perchè è risaputo che in Giappone il successo di una serie è strettamente legato alle vendite del suo merchandising e Himeko in quanto a oggetti magici ne ha da benedire e santificare (il fiocco, l'orologio, la bacchetta, l'astuccio....).
Pinup2 Inoltre t
utti i personaggi sono caratterizzati molto bene (seppur inquadrati in alcuni clichè tipici di questi majokko-shojo), sia quelli buoni che quelli "cattivi". Tra virgolette. Perchè di cattivi veri in Himechan non c'e ne sono: c'è il giovane mago che si finge innamorato di Himechan per rubarle il fiocco... ma solo per vincere una scommessa che presentava in premio un piatto di ramen; c'è la ragazzina vanitosa innamorata di Daichi che fa di tutto per conquistarlo... ma non si tratta certo di una Iriza moderna, bensì di una comicissima adolescente alle prese con le prime cotte.
E poi non si può far a meno di innamorarsi di Himechan e Daichi, lei ragazzina impulsiva e spontanea, lui additato come un ribelle ma in realtà riflessivo e leale; due facce della stessa medaglia, che nel corso delle vicende si integreranno sempre di più fino a sfociare nel classico finale in perfetto shojo-style.
Oltretutto sia il manga che l'anime vantano dei disegni carinissimi, basta dare un'occhiata alla galleria di immagini per rendersi conto della mano felice di Megumi Mizusawa; e il chara-design della serie, seppur semplificato, è praticamente identico al manga. E la serie tv ha a suo corredo anche una colonna sonora "di lusso": pensate che le sigle sono cantate nientepopopò di meno che dagli SMAP, popolarissimo gruppo nipponico da anni sulla breccia dell'onda, che appare anche nel corso delle puntate televisive...
Un manga che quindi ha tutti i numeri per piacere, sia a chi ha già avuto modo di conoscere la piccola Himechan in tv, sia a chi semplicemente cerca un bel fumetto da leggere.

 

 

In my humble opinion (I commenti degli altri):

Di Hime-chan ho visto solo il primo e l'ultimo episodio della serie Tv e "letto" i primi tre volumetti del manga, ma devo dire che la storia non è mai riuscita a suscitare il mio interesse (benchè Sbrn abbia tentato più volte di farmi vedere l'anime). Forse è la faccenda dello "scambio di identità" e di tutti i problemi che comporta che non trovo interessante. Certo i disegni sono molto carini (almeno quelli del fumetto) e se a molta gente la storia piace qualcosa di bello deve pur averlo.

Ecco una bella serie, una maghetta nuova generazione che ha saputo coinvolgermi tantissimo, quasi quanto Creamy Mami (culto per me !). La storia è molto bella, a parer mio, e devo dire che il tratto con cui è stata curata, merita un applauso particolare.
Se adorate come me le maghette, allora guardatevi la serie e non vene pentirete: in attesa del manga, è un buon passo per avvicinarsi a Himeko e a tutti i personaggi della storia. Leggete la recensione di Sbrn e incuriositevi!!!
Personalmente parlo per l'anime, che era uno dei miei preferitissimi da piccola, e non per il manga che putroppo non ho letto, ma confermo quello che dicono gli altri "colleghi" qui sopra: Himechan no Ribbon spicca sicuramente tra le storie di maghette. Ha un taglio più fresco, una protagonista adorabile, comprimari ben caratterizzati, tante storie divertenti, e mette un sacco di allegria. Pur non essendo originalissimo -com'è ovvio per le storie di questo genere- si fa amare in un modo tutto suo, credo soprattutto per l'ottima riuscita dei personaggi.

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com
Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.