Torna all'homepage del Nekobonbon

 

HANAYORI DANGO

Pagina iniziale di Hanayori Dango Informazioni su Yoko Kamio Il manga di Hanayori Dango La serie tv di Hanayori Dango I personaggi di Hanayori Dango Galleria di immagini di Hanayori Dango La colonna sonora di Hanayori Dango

SPOILER WARNING!! La recensione della serie tv di Hanayori dango contiene SPOILER sulla storia, per cui se siete della corrente-filosofica "non voglio rovinarmi la sorpresa", è meglio che non proseguiate nella lettura!

La violenza di DomyojiDati tecnici

Titolo: " Hanayori dango" (trad. "I dolci sono meglio dei fiori")
N° episodi: 51
Produzione: Toei Doga
Periodo di trasmissione: 08/09/1996 ~ 31/08/1997

Considerazioni

Nel 1996 è stata prodotta una serie tv di 51 episodi che ripercorre parte (in quanto il manga non è ancora concluso) delle avventure di "Hanayori dango".
Finalmente sono riuscita a procurarmi la versione "fan-subbata" e quindi la posso recensire ^__^
Dichiarazione d'amore Inizio subito con il dire che mi sono trovata di fronte a una delle più belle serie tv realizzate negli ultimi anni. Seppur dal punto di vista tecnico presenti i difetti tipici dei prodotti per la tv, la qualità complessiva delle animazioni è più che buona (anche se, ripeto, essendo una serie tv sono immancabili le differenze tra i vari episodi), il chara è estremamente accattivante, e la colonna sonora è a dir poco stupenda.
Le vicende narrate dall'abile mano (e mente) di Yoko Kamio sono ripercorse nelle loro fasi salienti: essendo il manga molto più lungo e articolato (diciamo che l'anime copre all'incirca i primi 19 volumetti), infatti, si è dovuto soprassedere su alcuni particolari (per questo il manga rimane comunque imbattibile ^^) e tralasciare alcuni personaggi (e di conseguenza molti avvenimenti). Tra l'altro hanno introdotto il personaggio di Urara-sensei, l'infermiera della scuola, assente nel manga, la quale è assolutamente inutile [e mi sta pure antipatica, a dirla tutta!]. La parte finale dell'anime si discosta infatti molto dal manga, ben lontano dalla sua conclusione, tanto che gli sceneggiatori si sono dovuti inventare un finale di sana pianta, tirando fuori, ahimè mi duole dirlo, una delle più assurde trovate mai viste!
Nel manga infatti, dopo la famosa gita alle terme in cui Tsukushi sorprende Domyoji e Shigeru a letto insieme, la ragazza scopre quasi subito che tra loro non è successo niente e inizia poi la parte in cui va a lavorare come cameriera proprio a casa di Domyoji.
Il tradimento Nella serie tv invece il fraintendimento prosegue ancora per qualche puntata, durante le quali Shigeru si trasferisce all'Eitoku Gakuen. Tsukushi, ormai conscia dei propri sentimenti, decide di andare a studiare all'estero per allontanarsi il più possibile da Tsukasa, ma il ragazzo riesce appena in tempo a fermarla e i due si mettono insieme. Ma la madre di Tsukasa, decisa più che mai a ostacolare quest'amore inammissibile, rinchiude il figlio in una stanza della loro enorme casa. Tsukushi, Shigeru e gli F4 partono allora al salvataggio e i 2 innamorati possono così ricongiungersi. Ma ormai Tsukushi ha capito che loro due non potranno mai stare insieme e decide di lasciarlo. Passano i mesi, Tsukasa e Shigeru non si sono più presentati a scuola e un giorno arriva la notizia che i due stanno per sposarsi e che partiranno per una crociera intorno al mondo. Tutta la scuola va al porto a salutare i due novelli sposi, quando Urara-sensei consegna a Tsukushi una lettera di Tsukasa, in cui il ragazzo le rivela che il matrimonio è solo una farsa per ingannare sua madre e che tornerà da lei una volta calmatesi le acque. La ragazza si precipita come una furia sulla nave in partenza e colpisce Domyoji con uno dei suoi tipici calcioni [alla Himechan ^^]. Ella è infatti preoccupata per la sorte di Shigeru, la quale è in realtà la vera autrice della lettera, scritta con la complicità degli altri F4, di Kazuya e Sakurako, al solo scopo di far rimettere insieme i due ragazzi. Shigeru si getta così in mare, dove Kazuya e gli altri sono pronti a recuperarla, mentre Tsukushi e Tsukasa partono per il loro viaggio intorno al mondo.
Notte insieme
Insomma, una conclusione che non sa di niente, e che a mio avviso sminusce parecchio il tono che ha avuto l'anime fino a quel momento. Senza contare che la madre di Domyoji accetta finalmente la relazione dei due [ma quando mai??? Li ostacola per tutto il manga!!]. Tze tze tze!!! :-((((
Visto che siamo in tema di "critiche", c'è un'altra cosa che purtroppo spesso contribuisce a sminuire il pathos degli episodi: i gadget che sono stati introdotti nella storia. Tsukushi ha infatti tutta una serie di giocattolini vari che inizia a usare nei momenti più inopportuni: quando magari siamo in una fase culminante della puntata, cosa ti fa lei? Tira fuori il giocattolino per predire il futuro o il registratore tascabile (tipo quelli di M.Boy o Kodocha, per capirsi)! Cosa non si inventerebbero i produttori giapponesi di giocattoli pure di vendere un po' di più, sigh! U_U
Comunque per i più curiosi, eccovi una tabellina con tali gadgets...

I gadget "elettronici" della serie tv


Il registratore
vocale


La "macchina
della verità"

Il gioco che
predice il futuro

Il pocket-bell

Il gadget per
scrivere messaggi

Spendendo due parole sull'edizione giapponese, Tsukushi ha la voce di Maki Mochida, una famosa attrice/cantante nipponica che ha debuttato come doppiatrice proprio con questo ruolo, e che appare come comparsa nell'episodio della festa di compleanno di Shizuka, come una degli invitati al ricevimento. Tsukasa è doppiato invece da Naoki Miyashita, mentre Rui da Koji Yamamoto, anch'essi novelli doppiatori. Tra le voci dei personaggi "secondari" è da rilevare la presenza di Rumi Shishido, voce giapponese di Mikako in Gokinjo Monogatari e Onpu/Lullaby in Ojamajo Doremi.
Le musiche sono state composte da Michiru Ooshima ("Nanatsu no umi no Tico", "Legend of Crystania", "Queen Emeraldas", ecc), e raccolte in 2 cd (più in basso trovate il collegamento con la pagina dedicata alla colonna sonora).
Visto il successo della serie è stato anche prodotto un film cinematografico, che nulla ha a che vedere con la storia del manga, in quanto Tsukushi e compagni sono degli aspiranti ballerini ^_^. Comunque più in basso trovate anche il collegamento alla pagina su tale film.

Domyoji in fin di vitaLa versione italiana

Adesso vi aspetterete da me una recensione della versione italiana della serie in questione.... Innanzitutto dobbiamo precisare che la serie tv di "Hanayori dango" è stata per molto tempo già pronta nei magazzini Mediaset, in attesa solo di trovare un buco nel palinsesto sempre più pazzo di Italia1... Alla notizia (purtroppo in seguito smentita) che i diritti fossero stati acquistati dalla Yamato Video, abbiamo forse tutti immaginato che le versione Mediaset non venisse a questo punto mai più trasmessa (per fortuna!!). E invece così non è stato.
Premesso che mi sono semrpe chiesta perchè in Mediaset si ostinano a spendere fior di quattrini per comprare, adattare [scusate, il mio dizionario dei sinonimi mi suggerisce di sostituire il termine in questione con "massacrare"], doppiare tantissime serie tv se poi le lasciano ad ammuffire per anni interi nel dimenticatoio (probabilmente hanno davvero così tanti soldi da buttare), nell'estate del 2004 l'anime ha magicamente fatto la sua comparsa sui Italia Teen, uno dei canali tematici di Sky.
Shigeru in azione Già nel numero 1 di TokiTv, rivista ideata e curata da Nicola Bartolini Carrassi, era stata pubblicata una recensione dell'anime... Era il giugno 1999, e da allora ancora di "Hanadan" non se n'era più vista traccia. Da quell'articolo si potevano apprendere i nomi italiani e i relativi doppiatori: ecco così che Tsukushi era stata ribattezzata Marie Yvonne Tudor, Tsukasa era diventato Thomas, mentre Rui si era trasformato in Rupert... La protagonista era doppiata da Marcella Silvestri, che dopo una pausa di qualche tempo, era tornata negli ultimi tempi alla grande (tant'è che le erano stati affidati i ruoli da protagonista in due dei più grandi successi televisivi dell'ultimo periodo, ovvero Rossana e Doremì). I due protagonisti maschili hanno invece rispettivamente le voci di Patrizio Prata e Simone d'Andrea, i due doppiatori di punta della Mediaset, che interpretavano quasi sempre i personaggi principali delle serie tv di quegli anni.
Comunque, si diceva, la serie è stata finalmente (???) trasmessa sul satellite con l'assurdo (e impronunciabile) titolo "Mille emozioni tra le pagine del destino per Marie Yvonne", e ovviamente con sigla di Cristina d'Avena (forse l'unica cosa decente, composta dal duo Longhi/Vanni). Premetto subito che non ho ancora avuto il coraggio di visionare la versione italiana (spavento!!!) e quindi ne parlerò in maniera più dettagliata appena mi deciderò a darle un'occhiata... ma, grazie a molte e-mail che abbiamo ricevuto sull'argomento, mi sono fatta un'idea abbastanza chiara di come doveva essere ridotta. Già da
TokiTv si apprendeva che i dialoghi erano stati curati da Cristina Robustelli, ad eccezione di quelli della protagonista curati, tan-da-da-daaaan, nientepopò-di-meno che dal Carrassi in persona!! Abbiamo quindi avuto ancora una volta la gioia di ascoltare quelle bellissime frasi poetiche, create apposta per rimpiazzare eventuali canzoni di sottofondo e per colmare i momenti di silenzio. Finalmente insiemeInoltre pare che la narrazione non sia un semplice commento dei protagonisti alle vicende (nooo, troppo facile!) ma si tratterebbe nientemeno che della voce di Marie-Yvonne intenta a scrivere un libro sulla propria vita!!! Sono senza parole...
La cosa che però più mi aveva preoccupata è che se hanno distrutto una serie piuttosto "innocua" come Marmalade Boy (tolta la parte dello scambio di coppie dei genitori di Miki e Yu, tutte le altre censure sono assolutamente ingiustificate), come potranno essere state ridotte alcune puntate di Hanadan? Ci sono episodi che non possono essere assolutamente passati indenni dalle forbici di mamma-Mediaset... basti pensare a quello in cui Tsukasa cerca di "violentare" Tsukushi, o quello in cui alcuni studenti pestano la ragazza, la legano a un'auto e la trascinano lungo il cortile della scuola. O ancora l'episodio in cui Junpei e compagni quasi uccidono Domyoji, o quello in cui Shigeru si mostra al ragazzo come mamma l'ha fatta... Tutte cose che mai avremmo potuto vedere sui nostri teleschermi. E ovviamente ho avuto conferma che le censure c'erano, erano moltissime, e si vedevano benissimo, rendendo oltretutto l'anime "accelerato" rispetto a quello che è il pathos narrativo originario, e di conseguenza invedibile! Che dire? Mamma Mediaset ha colpito (e affondato) ancora una volta.

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:

postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:

www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.