Torna all'homepage del Nekobonbon

 

Pagina iniziale di Family! Informazioni su Taeko Watanabe Il manga di Family! La serie tv di Family! I personaggi di Family! Galleria di immagini di Family! La colonna sonora di Family

Ritratto di famigliaMolti di voi si ricorderanno di un cartone animato trasmesso molti anni fa sulla Mediaset (allora Fininvest) che narrava le vicende di una allegra famigliola di Los Angeles; mi riferisco a "Family!", manga di successo della bravissima Taeko Watanabe, che in Italia abbiamo avuto il piacere di apprezzare solo nella sua trasposizione animata, sebbene i passaggi televisivi si contino sulle dita di una mano.
La storia si compone di episodi autoconclusivi, che hanno tutti un filo comune: raccontarci la vita degli Anderson, una normale [beh, insomma ^^] famiglia della California, la cui tranquillità viene scombussolata dall'arrivo del piccolo Jonathan, un piccolo orfanello che si stabilirà da loro con il suo ingombrante cagnone. Ma la vera protagonista della storia è Fea (anche se non mancano episodi dedicati agli altri membri della famiglia), alle prese con il neo fratellino, che inizialmente proprio non riesce ad accettare, e lo sbocciare di un nuovo sentimento, l'amore, verso l'affascinante Leif... ex-ragazzo di suo fratello! :D
Il successo riscosso dal manga, pubblicato nei primi anni '80 dalla Shogakukan sulla rivista Flower Comics, fece sì che pochi anni dopo venisse prodotta una serie tv di poco più di 20 episodi, dal titolo "Oh! Family", arrivata anche da noi come "Che famiglia è questa family" e recentemente raccolta in dvd dalla Yamato Video. Mi duole dirlo ma la versione televisiva fu realizzata piuttosto malamente, con animazioni direi pessime che comunque erano molto frequenti negli anime di quel periodo, e forse proprio a questa sua bassa qualità si deve la sua brevità; in Italia oltretutto non scampò nemmeno alle forbici della censura visti i cenni all'omosessualità di uno dei protagonisti.
Maggiore fortuna ha avuto in patria il manga, raccolto originariamente in 11 tankobon e poi ristampato in edizioni diverse; quello che si nota sfogliandolo, è il tratto estremamente pulito e preciso dell'autrice, che ricorda per molti aspetti quello di altre sue colleghe del periodo (in primis Koi Ikeno... almeno nel suo vecchio stile).
Rispetto alla serie tv i personaggi risultano più approfonditi e le storie più articolate, e la Watanabe riesce a raccontarle sempre con molta semplicità ma rendendole allo stesso tempo avvincenti e mai noiose.
Insomma niente drammi alla Candy Candy o poteri magici ma uno scorcio di vita quotidiana che meriterebbe un pensierino da parte degli editori nostrani... specie in questo periodo in cui i manga degli anni '80 paiono attirare parecchio. Non resta che sperare e tenere incrociate le dita!


Questo sito non č a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.