Torna all'Homepage

Eriko Logo

introduzione serie tv personaggi musiche eriko tamura galleria

introduzione

Eriko e i cagnoliniQuesto anime è stato prodotto nel 1989 ed è stato usato anche per promuovere la carriera di un'idol emergente che porta addirittura lo stesso nome della protagonista: Eriko Tamura (infatti è lei a cantare le canzoni della giovane "Elilin").
Narra l'ascesa al successo della quattordicenne Eriko, decisa a divenire un'idol dopo che suo padre, famoso produttore discografico, è rimasto ucciso in un incidente stradale e sua madre gravemente ferita.
Eriko dovrà vedersela non solo con l'agguerrita concorrenza di altri cantanti (fra cui i già famosi Rei e Shohgo, leader del gruppo chiamato Steal), ma anche con gli imbrogli, sotterfugi e invidie che serpeggiano nel mondo dello spettacolo. Suo principale rivale è, infatti, suo zio che ha preso possesso della Tamura Production, la casa discografica del fratello, dopo che questi è morto e che, dato che non è riuscito ad avere la talentuosa nipote fra i suoi protetti, è deciso a stroncarne la carriera sul nascere.
Eriko dovrà quindi affrontare parecchie difficoltà, ma troverà sempre il sostegno dei suoi amici e dei suoi fan, nonché, infine, il rispetto dei suoi "diretti avversari".

Principalmente questa storia è nata come un anime di 51 episodi prodotto dalla Asahi Production e dalla Big West e andata in onda in Giappone dall'aprile 1989 al marzo 1990, ma, come spesso accade, ne è stato tratto anche un breve manga di 3 volumi la cui autrice è Ayumi Kawahara (ma pare disegnato piuttosto male stando alle copertine si vedono in giro) e che fu serializzato sulla rivista Asuka della Kadokawa Shoten.
La trama è prettamente shoujo anche se non ci sono storie d'amore in sfondo. La protagonista deve affrontare tutta una serie di avversità e sotterfugi dei nemici per riuscire ad avere successo, ma alla fine la trama coinvolge e si fa apprezzare.
Il maggior punto di forza della serie, ovviamente, sono le canzoni dei vari protagonisti. I produttori si sono impegnati a creare uno stile diverso per ognuno dei cantanti, quindi Eriko è la ragazzina che canta per lo più canzoni d'amore dolci e soft, Rei invece propone brani più duri, rockeggianti e dal ritmo più serrato, lo stesso fanno gli Steal di Shohgo, mentre Hiroshi si dà al blues.
I disegni sono buoni, anche se non escono dalla media del periodo e non si fanno notare più di tanto, purtroppo, a volte sono scostanti, infatti si alternano passaggi disegnati piuttosto bene ad altri davvero squalliducci, nel complesso il character design è molto gradevole e azzeccato, ma l'animazione zoppica spesso. E' una serie come molte ce ne sono state negli anni '80 dove si aveva una massiccia produzione in fatto di quantità ma purtroppo ne risentiva la qualità e la cura.

L'anime è arrivato anche da noi all'inizio degli anni '90 e gli adattatori Mediaset hanno ben pensato di intitolarlo Ciao Sabrina (l'apoteosi della fantasia... comunque... meglio questo dei titoli a venire), i nomi sono stati ovviamente tutti italianizzati, ma per fortuna la storia è rimasta quella che era e l'adattamento tutto sommato piuttosto decente per il periodo. Il doppiaggio, come sempre, non ha pecche e perfino le canzoni sono state interpretate in modo magistrale da Paola Tovaglia, Nadia Biondini e Enzo Draghi (che fa le veci sia di Shohgo/Max che di Hiroshi/Fabrizio).
Un buon lavoro è stato fatto anche con i testi dei brani cantati che hanno mantenuto il loro originale fascino anche se adattati in italiano (tranne qualche strafalcione in Rolling Night, ad esempio il ritornello dice: "Sale la temperatura, wow wow non c'è tempo c'è premura" U_U;;;;; Come si fa partorire certe rime!?!).
L'unica cosa che forse qua è mancata è stata la pubblicazione in audiocassetta o cd delle canzoni italiane, come fu fatto invece per Aishite Knight/Kiss me Licia.

eriko

In My Humble Opinion (I Commenti degli Altri):
Sbrn
Devo dire che questo anime non mi ha mai entusiasmato troppo. L'ho sempre trovato molto insignificante, ed Eriko è una protagonista assolutamente insopportabile! Molto meglio Rei!
Dieci e lode invece alle canzoni, una più carina dell'altra, che nell'edizione italiana rendevano piena giustizia alla versione originale.

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

personaggi gallery serie tv colonna sonora book Eriko Tamura
Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.