Torna all'Home Page

Berubara Logo

Berubara Pagina Generale Il Manga e il Gaiden La Serie TV I Personaggi Galleria di Immagini Informazioni su Riyoko Ikeda

works in progress

La sezione di Versailles no Bara verrà presto sistemata e aggiornata con nuova grafica e nuovi contenuti, abbiate un po' di pazienza. ^^

Oscar e AndréTocca a me recensire un mostro sacro come Versailles no Bara... devo dire che la cosa mi preoccupa un po', avere a che fare con un mito ti rende un po' inquieta... ma... bando alle ciance e passiamo alle cose serie!! ^^
Chi non conosce questa storia?? Credo che davvero poche persone non l'abbiano mai sentita nominare, Oscar da noi è famosa come il Mazinga o come Candy, è quasi un'istituzione!
La storia è ambientata negli anni antecedenti la Rivoluzione Francese e sostanzialemente narra la vita di Maria Antonietta, anche se... la protagonista non è proprio lei (parlare di un unico protagonista in Versailles no Bara è difficile), ma Oscar François de Jarjayes una ragazza educata dal padre come un uomo perchè ne seguisse le orme e divenisse un soldato. Al destino di Oscar di intreccia quello della figlia di Maria Teresa D'Austria, futura Regina di Francia, e quello del Conte Hans Axel Von Fersen, nobile svedese, nonchè dell'attendente di Oscar André Grandier, un ragazzo non di nobili natali. Con questi "ingredienti" l'autrice riesce a dare vita a un vero e proprio capolavoro, narra non solo la storia e gli amori di queste quattro persone, ma ci dà anche un quadro di quello che era la Francia pre-rivoluzionaria (ovviamente il tutto è un po' romanzato) distaccandosi dai vari pregiudizi che sono nati nel corso degli anni sulla figura di Maria Antonietta e su quel periodo.
Il manga fu creato nel 1972 da Riyoko Ikeda e subito fu un successo. Pubblicato dalla Shueisha inizialmente nella collana Margaret Comics e composto da 10 volumetti è stato, nel corso degli anni, ristampato in diverse versioni e formati. Del 1982 è la versione in 10 Tankobon della Shueisha Bunko in un formato leggermente più piccolo dell'originale (i famosi volumetti con il retro fucsia per intenderci!!), poi è stata la volta della raccolta in due volumoni a opera della Chuokoronsha e successivamente la versione De Luxe in 5 numeri stampata su carta bianca (anche questa ha un formato più piccolo dell'originale) sempre della Shueisha (Shueisha Bunko Comic Series). Nel 2003 è uscita, sempre ad opera della Shueisha, l'enensima ristampa in 10 volumi stavolta contenuti in un cofanetto a cui è stato accluso un libretto con alcune illustrazioni, unica pecca di questo bel box il prezzo è che il tutto viene venduto alla modica(?) somma di 7000 yen. Un vero patrimonio!! Comunque pare che adesso tali volumi siano disponibili anche separatamente (per fortuna ^.^).
Insomma nonostante oramai siano passati ben 30 anni dal suo esordio, il successo di questa serie non accenna a diminuire!!
Neppure nel nostro paese dove la serie tv venne trasmessa per la prima volta all'inizio degli anni 80 (mi pare fosse o l'81 o l'82... non ricordo bene ^^;;; Ero piccirulla!!) e continua ad appassionare ancora tutt'oggi i vecchi fan e ne ottiene sempre di nuovi. Infatti il manga è stato dato di recente alle stampe grazie alla Planet Manga, Gaiden incluso, è appena uscita una versione in DVD della serie tv a operaFersen e Antonietta della Yamato Video e sempre per questa casa è uscita una versione in videocassetta da edicola. Infine la Dynamic pubblicato il film di montaggio uscito in Giappone all'inizio degli anni 90 (ma solo in una vhs molto economica)!
La TV, invece, ci ha fatto tremare: uno degli ultimi passaggi della serie è stato a dir poco penoso con innumerevoli tagli e censure (e pensare che era sempre riuscita negli anni a sfuggire alle forbici mediasettiane!!). Non che prima sia mai stata integrale, alcune scene erano state tagliate già all'epoca della prima messa in onda (vedere per credere la nostra pagina dei dvd italiani a cui si può accedere passando per quella della serie tv), ma lo scempio di quella replica fu davvero indegno!! Furono censurate parti importantissime per la comprensione della storia e il risultato che ottenemmo fu uno stravolgimento dell'intera vicenda e dei personaggi! Per fortuna che poi qualcuno ha pensato di rimettere le cose al suo posto e l'ultima volta che Berubara è apparsa sulla tv nostrana aveva niente popò di meno che la vecchia sigla dei Cavalieri del Re!!!!!
Probabilmente da qualche parte c'è davvero qualcuno che ci vuole bene!!


Shiroibara A
Shiroibara B

In My Humble Opinion (I commenti degli altri):
Sbrn
Questo è uno di quei manga/anime che hanno, per così dire, segnato la mia infanzia. Ricordo benissimo le sensazioni provate la prima volta che lo trasmisero, i commenti fatti con le mie compagne di classe... e aveva pure il pregio di farci imparare la storia (seppur romanzata) della Rivoluzione Francese! Da "adulta" ho avuto la fortuna di apprezzarne pure il manga, magari un po' più grezzo, ma sicuramente più intrigante. Insomma un vero capolavoro, in tutti i sensi!
Kyosuke
Mah, penso non ci sia molto da dire. La storia è nota a tutti, anche a chi di animazione ci capisce poco. Perciò non vale la pena aggiungere altro se non il mio parere personale: positivo, senza dubbio. In TV hanno fatto per una volta le cose in grande: Cinzia De Carolis come Oscar è ottima, perfetta, senza sbavature e anche gli altri personaggi della storia sono stati caratterizzati benissimo! Chissà come mai, in quest'ultimo passaggio, è stata riproposta la vecchia sigla dei Cavalieri del Re? Vi giuro, avevo la pelle d'oca quando l'ho sentita!!! Certo, questo è un punticino a favore della Mediaset, la sigla cantata dalla D'Avena era a dir poco stomachevole!!! Quindi, mi raccomando, guardate Lady Oscar, leggere Lady Oscar, ascoltate il soundtrack di Lady Oscar: un mito è sempre un mito!
Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.