Torna all'Home Page

 

Matsushita Logo

Yami no Matsuei Di Youko Matsushita non si riescono a reperire molte informazioni, alcune cose si possono dedurre leggendo le interviste pubblicate sui libri che raccolgono le sue illustrazioni, ma per lo più la sua vita privata resta un mistero. Quello che troverete scritto qua di seguito è frutto delle mie ricerche, quindi vi prego di NON usare le informazioni contenute in questa pagina per il vostro sito, in quanto essendo frutto di "moltissima fatica" (più del solito in verità) non ne concedo l'utilizzo. Le uniche cose sicure riguardo a questa autrice sono quelle che riguardano la sua "breve" vita editoriale.
Youko Matsushita è nata il 23 giugno 1974 nella prefettura di Kuwamoto. Il suo gruppo sanguigno è AB, le piacciono molto i cani e giocare con i videogames, il suo colore preferito è il blu, il piatto che preferisce la pasta condita con molto peperoncino. Le piacciono i fumetti di Osamu Tezuka, del duo Fujiko-Fujio e di Akira Toriyama. Necessitano di presentazione? Per i più distratti ricordo che il primo è il Dio dei Manga (praticamente si può considerare come colui che ha "inventato" il manga moderno) ed il papà di Black Jack, Tetsuwan Atom (Astroboy), Ribbon no Kishi (da Fairy Tailnoi La Principessa Zaffiro) e una miriade di altri personaggi. I secondi sono il duo creatore fra gli altri di Doraemon e di Kaibutsu-kun (Carletto il Principe dei Mostri). Il terzo dovreste davvero ricordarlo, comunque per gli smemorati è il papà di Dr. Slump & Arale-chan e di Dragonball!!! Ha apprezzato anche le avventure di Kindaichi Shounen no Jikenbo (I Casi del Giovane Kindaichi) un manga di Fumiya Satou e Youzaburou Kanenari appartente al genere giallo da cui è stata tratta una famosa serie tv; il protagonista Hajime Kindaichi è un giovane detective che si trova invischiato in molti casi (un po' come il più famoso, da noi, Conan Edogawa di Detective Conan).
Matsushita Sensei ha debuttato nel 1994 per la Hakusensha. Da allora lavora per questa casa editrice. Però in 10 anni di attività i lavori che ha all'attivo non sono molti, anzi confrontata ad altre autrici la sua produzione risulta davvero "scarsa". La sua opera maggiore e l'unica raccolta in monografico è Yami no Matsuei (I Discendenti delle Tenebre) iniziata nel 1995 su Hana to Yume, rivista shoujo di punta dell'Hakusensha, e ancora in corso.
I primi 10 tankobon di Yamimatsu sono usciti abbastanza regolarmente ma da questo punto in poi si sono cominciati ad avere dei problemi: la serie ha subito un lungo stop Umi mo inu mo doshaburinel corso degli anni, infatti l'11░ volumetto Ŕ uscito nel 2001, la serializzazione del manga Ŕ continuata, in modo altalenante, su rivista fino al 2003, ma il 12° (e al momento ultimo in ordine di tempo) volumetto ha visto la luce solo nel 2010. Purtroppo, questo, è molto diverso dai precendenti sia come disegno che come atmosfere che come tipo di storia e narrazione, tanto che è nata tutta una serie di leggende metropolitane a riguardo. Al momento Yami no Matsuei è ripreso con regolarità su Bessatsu Hana to Yume (Betsuhana) e da novembre 2011 abbiamo un capitolo ogni quattro mesi.
Matsushita-Sensei ama molto le ambientazioni noir e gotiche e le "situazioni ambigue", infatti le relazioni fra i suoi personaggi spesso hanno indotto molti (erroneamente) a considerare il suo fumetto un boy's love. Donna dal grande talento il suo tratto cambia e muta nel corso della stesura dell'opera fino a raggiungere dei livelli notevoli, sia come inchiostrazione che come retinatura (le anatomie e le tavole erano già ricche fin dall'inizio). Stupende sono le illustrazioni a colori dove la Maestra se la cava benissimo con la colorazione e le sfumature. Per quanto riguarda le sceneggiature a volte il suo modo di impostare la storia "zoppica" un po' ma dalla sua parte ha il fatto che questa sia la sua prima opera lunga e importante. Col passare del tempo anche questo difetto viene corretto e Youko Matsushita ci regala delle storie davvero degne di nota.Inu ga Arukeba
Comunque per chi non conoscesse ancora la sua opera più famosa vale la pena di citarne l'idea di base: nel Regno dei Morti esiste uno speciale ufficio chiamato Enma-cho che si occupa di indagare su morti sospette e risolverne i casi. Questo ufficio ha come dipendenti persone decedute che hanno una grande forza spirituale e un enorme attaccamento alla vita terrena: Asato Tsuzuki e Hisoka Kurosaki sono due di questi dipendenti. Il primo è all'apparenza un buontempone scansafatiche, il secondo un ragazzino schivo e freddo. I due si ritroveranno a indagare su strane morti e casi altrettanto sospetti e incapperanno spesso in Kazutaka Muraki, un perfido dottore dalla doppia vita che pare avere un legame con entrambi. Al lavoro dei protagonisti spesso si intrecciano le loro vicende personali e lo svelarsi del loro oscuro passato che non manca di creare guai anche dopo la loro effettiva morte.
Prima di Yami no Matsuei l'autrice aveva creato solo una breve lista di short story quasi tutte apparse solo su rivista. Del 1994 è Fairy Tale, storia breve poi raccolta in fondo al nr 1 di Yamimatsu, nel 1995 realizza Akuma no Gakkou (Scuola di Demoni), Haru Monogatari (Racconto Primaverile) pubblicato poi sul Character Book di Yami no Matsuei, Riku o Mitsumeteita Sakana, Umi mo inu mo doshaburi. Al 1997 invece risale la storia breve Inu ga Arukeba (che Haru monogataripossiamo trovare sullo Sketch Book di Yamimatsu).
Il motivo per cui la produzione della Sensei sia così poca non ci è dato saperlo, sembra quasi che per lei il disegnare fumetti si avvicini più a un hobby che a un vero e proprio lavoro. Da un'interpretazione di una frase in un suo "free talk" pubblicato appunto su Yamimatsu si potrebbe dedurre che sia sposata e questo per lei sia davvero una sorta di "ripiego", in quanto non ci si spiega come possa un'autrice piuttosto famosa e popolare come lei (si pensi che da Yamimatsu è stata tratta una serie tv, alcuni libri e parecchi gadget) pubblicare così poco materiale in un paese come il Giappone dove i mangaka sono spesso costretti a tour de force impressionanti per rispettare le scadenze.
Speriamo solo che adesso le divergenze di opinione con l'Hakusensha si siano finalmente risolte e appianate e che la pubblicazione nonché la conclusione di Yami no Matsuei non sia più messa in dubbio come era successo qualche anno fa. Il fatto che la serializzazione di quest'opera, anche se a rilento, sia tornata regolare fa ben sperare.

Youko Matsushita in Italia

Qua da noi possiamo leggere Yami no Matsuei fino al tankobon 11. Il manga è stato pubblicato dalla Star Comics col titolo di La Stirpe delle Tenebre, speriamo di poter fruire prima o poi anche del 12°.


Ultimo aggiornamento APRILE 2013

Minmay

 

I Libri dedicati a Yami no Matsuei

Character Book
Dati Tecnici:
Titolo: Yami no Matsuei Character Book
Casa editrice: Hakusensha
Data di Pubblicazione: 31 agosto 1999
Codice: ISBN 4-592-73166-2
Prezzo: 1000 yen + tasse

Contenenti illustrazioni di Youko Matsushita e legati a Yami no Matsuei sono usciti due libri pubblicati dalla Hakusensha; il primo intitolato Youko Matsushita Yami no Matsuei Character Book e uscito nel 1999 è una guida al fumetto. La prima parte di circa 16 pagine è composta da illustrazioni a colori, la seconda in b/n contiene informazioni e curiosità riguardanti il manga e i suoi protagonisti (fino al volumetto 7), poi c'è un'altra piccola sezione a colori (8 pg) che mostra alcuni dei gadget legati alla serie. Segue una parte che recensisce le altre storie brevi pubblicate dall'autrice. L'ultima sezione è costituita da Haru Monogatari (una delle short story) e da un'intervista alla Sensei.
Sketch Book
Dati Tecnici:
Titolo: Yami no Matsuei Sketch Book
Casa editrice: Hakusensha
Data di Pubblicazione: 1 novembre 2000
Codice: ISBN 4-592-73175-1
Prezzo: 1000 yen + tasse

Il secondo, pubblicato nel 2000, si chiama Youko Matsushita Yami no Matsuei Sketch Book e come dice il nome contiene molti disegni preparatori e studi sui personaggi. Ci sono anche 6 pagine di illustrazioni e circa una ventina che ci mostrano vari layout realizzati per disegnare il fumetto e alcune delle storie brevi. In più troviamo la "character guide" degli Shikigami (sia quelli appartenenti a Tsuzuki che quelli di Hisoka) e dei membri della famiglia Kurosaki. Alla fine del volume è pubblicata la storia Inu ga Arukeba con alcune info e curiosità sul mondo di Yamimatsu. Il resto è composto dai disegni preparatori e dai rough sketch del fumetto.
Nella prima edizione di questo libro è incluso un adesivo argentato su cui è raffigurata l'immagine di Tsuzuki legato per i polsi e con la X sanguinante in faccia e i primi piani di Hisoka, Tatsumi, Watari e Tsuzuki dalla prima illustrazione del Character Book.
Ovviamente entrambi i libri sono in giapponese quindi consigliati a chi riesce almeno a leggere un po' questa lingua, in quanto contengono molte info.
Anime Book
Dati Tecnici:
Titolo: Yami no Matsuei Super Animation Book
Casa editrice: Hakusensha
Codice e Prezzo: -non destinato alla vendita-

Infine esiste un "volumettino" intitolato Yami no Matsuei Super Animation Book legato appunto alla serie tv e non al manga. Questo non è un vero e proprio libro ma più una specie di pamplet con alcune info sulla serie tv. Presumo che in Giappone non fosse destinato alla vendita ma allegato in regalo a qualche rivista o a chissà cost'altro.
In Italia per svariati anni è stato reperibile alle varie fiere del fumetto (o almeno io l'ho visto in tali posti), adesso presumo sia diventato una rarità.
Contiene alcuni schizzi preparatori e illustrazioni per l'animazione con anche le schede dei personaggi.

Ultimo aggiornamento FEBBRAIO 2012

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com.

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.