Torna all'Home Page

 

hiwatari logo

hoshi wa, subaruSaki Hiwatari Ŕ nata il 5 luglio del 1961 nella prefettura di Kanagawa, il suo gruppo sanguigno è B, anche lei è un amante dei gatti (ai tempi di Bokutama ne possedeva due) e dei videogames. Ha debuttato nel 1981 pubblicando sulla rivista Hana to Yume dell'Hakusensha la storia breve Mahoutsukai wa Shitteiru (Conosco uno Stregone), ma il successo è giunto qualche anno dopo con la serializzazione di Boku no Chikkyuu o Mamotte (Bokutama, per i fan). E sempre stata una di quelle autrici che in tutta la sua carriera ha lavorato in esclusiva per una sola casa editrice, la suddetta Hakusensha.
La Maestra Hiwatari non è mai stata una bravissima disegnatrice, fin dai suoi esordi i suoi lavori graficamente sono sempre stati piuttosto incerti (soprattutto per quanto riguarda l'anatomia) e spesso non si potevano neppure definire aggraziati (vedasi i primi volumi di Bokutama). Anche dopo aver raggiunto la maturità artistica su questo aspetto resta qualche riserva. Adesso avrà anche uno stile più essenziale e "tecnico" ma in certe vignette si rimpiange quasi la rozzezza dei suoi primi lavori. Purtroppo fa parte di quella schiera di autrici che con il passare del tempo hanno perso "la propria personalità" e si finisce per preferire di gran lunga i suoi mugen kidouvecchi manga anche se presentano qualche incertezza in più. Personalmente penso che il giusto compromesso lo avesse raggiunto in Global Garden, lì i suoi disegni erano armoniosi e molto più precisi che in altre opere, peccato che in seguito sia andata via via peggiorando.
Il suo punto di forza però è sempre stato quello narrativo, ha sempre saputo raccontare e narrare in maniera netta e ben definita i personaggi e le vicende. Predilige, non solo sviscerare la psicologia dei suoi personaggi, ma anche inserire nelle sue storie degli elementi fantasy e fantastici, vedasi ad esempio la reincarnazione o qualche potere particolare.
Nel 1985 escono i suoi primi albi "monografici": il primo intitolato Hoshi wa, subaru raccoglie alcune sue storie brevi realizzate fra il 1982 e il 1984 e oltre a quella che da il nome al volumetto qui è anche pubblicata Mahoutsukai wa Shitteiru. Il secondo è Mugen Kidou e anche questo presenta quattro short-story disegnate fra il 1983 e il 1985. Sempre il 1985 è l'anno in cui parte quella che è conosciuta come "Akuma-kun Series", cioè 7 volumetti che presentano gli stessi personaggi e narrano la stessa storia, questi vanno sotto i titoli di: Akuma-kun ni Onegai (1 tankobon), Akuma-kun Boku wa Tenshi ni naritai (1 Tankobon), Akuma-kun Black Minion bokutama(1 Tankobon), Akuma-kun Magic Bitter (4 tankobon).
Il 1987 è l'anno di Boku no Chikkyuu o Mamotte (Proteggi la Mia Terra) la sua opera più famosa e apprezzata. In 21 tankobon Hiwatari-Sensei ci racconta la poetica storia di Arisu, Rin e di un gruppo di ragazzi tutti accomunati dal fatto che piano piano in loro si risvegliano i ricordi della loro vita precedente dove tutti fanno parte di un team di scienziati alieni stanziati in una base scientifica sulla Luna. Il gruppo di amici dovrà e vorrà fare luce sul loro misterioso passato e su ciò che veramente è successo nella loro precedente esistenza.
Concluso Bokutama, nel 1995 inizia Mirai no Utena dove in 11 volumetti ci narra le vicende di Takeru Matsuyuki, uno studente delle superiori che ama i videogiochi, la cui vita cambierà drasticamente dopo la morte della madre: scoprirà di avere una sorellastra di qualche anno più grande e che la vita dei suoi genitori non era idilliaca come sembrava in apparenza. A questi temi più "usuali" la Sensei mescola, come è suo solito, qualche ingrediente fantastico e fantasioso: il piccolo Zen Hokuoin, bambino che frequenta l'asilo dalla vita misteriosa, e la passione per gli RPG di Takeru.
cosmo-na bokuraNel 1999 parte la serializzazione di Cosmo-na Bokura! (Noi siamo il cosmo) che negli anni 2000/2001 verrà raccolto in 4 volumetti. Haruko Morimiya è una strega, la sua vita scorre senza problemi finchè non riceve delle strane lettere dove qualcuno le dice di essere a conoscenza del suo segreto. La ragazza fortunatamente ha dalla sua parte due baldi e aitanti alleati: Kou Kinsaki e Renon Takioka, nonchè Silk, la sua migliore amica, una gatta parlante dai grandi occhi azzurri.
Nel 1991 era uscito un volume unico dal titolo Kioku Senmei (Vividi Ricordi), durante il 2001 ne viene pubblicato "un seguito" Guuzen ga Nokosu Mono: Kioku Senmei 2 (Cose accidentalmente lasciate indietro: Vividi Ricordi 2), ma in definitiva i due tankobon sono collegati solo per via del fatto che includono storie con personaggi che hanno poteri esp e che sono in qualche modo legati a un'organizzazione che si occupa di questi fenomeni paranormali. I tankobon contengono storie brevi o "extra" dedicate alle sue serie più famose. Ad esempio il protagonista di una delle short-story presenti sul secondo volume è Mikuro, personaggio già apparso in Boku no Chikkyuu o Mamotte e le vicende narrate sono ambientate dopo la conclusione di Bokutama.global garden
Nel 2001 vede la luce Global Garden altra sua opera di ampio respiro e con temi molto simili a quelli di Bokutama. La storia ha inizio nel 1954 con Albert Einstein che si rammarica per aver contribuito alla costruzione della bomba atomica. Lo scienziato incontra poi due ragazzini: Hikaru e Haruhi che sembra siano in grado di vedere il passato e il futuro attraverso i sogni. I due raccontano all'uomo che l'Yggdrasil, l'albero della vita, sta morendo a causa dello scoppio della bomba atomica su Nagasaki e che solo Ruika, una ragazza che vivrà negli anni 2000, può impedire che si secchi definitivamente. La scena poi si sposta nel 2005 dove Haruhi e Hikaru, che grazie all'aiuto dello scienziato sono riusciti a non invecchiare, riescono a incontrare Ruika che sta vivendo fingendo di essere Masato, suo fratello morto in un incidente aereo, solo per non far soffrire sua madre. Al gruppo ben presto si aggiunge Robin, misterioso bambino intelligentissimo, ma che non parla e si esprime solo scrivendo frasi su un blocco note.
Questo manga verrà in seguito raccolto in 8 tankobon.
Boku o Tsutsumu Tsuki no Hikari bokutsukiè la sua ultima fatica in ordine di tempo, iniziata nel 2005 dopo la conclusione di Global Garden. Seguito ideale di Boku no Chikkuu o Mamotte ci racconta della vita di Ren, il figlio di sette anni di Arisu e Rin. Il bambino non ha poteri esp come i genitori, ma può vantare due angeli custodi davvero particolari che vanno sotto il nome di Mokuren e Shion. Questa serie viene pubblicata su Bessatsu Hana to Yume (Betsuhana) e ha all'attivo 12 tankobon (l'ultimo è uscito in Giappone il 19 marzo 2013).
Molti dei suoi manga vantano ristampe in edizione bunko: Boku no Chikkyuu o Mamotte, Hoshi wa, subaru, la serie di Akuma-kun, Global Garden, Cosmo-na Bokura!, Mirai no Utena tutte realizzate a partire dalla fine degli anni '90.
Sempre negli anni '80 e precisamente nel 1986 e nel 1988 erano usciti due postcard book, il primo dedicato alle sue innumerevoli storie brevi pubblicate fino al 1985 e il secondo che raccoglieva cartoline di Boku no Chikkyuu o Mamotte. Sempre legati alla sua opera più lunga e famosa negli anni '90 sono stati realizzati tre artbook e tutta una serie di pubblicazioni a tema. Potete vederli in dettaglio cliccando sul link poco sotto.

Saki Hiwatari in Italia

Qua da noi abbiamo potuto leggere Boku no Chikkyuu o Mamotte (Proteggi la mia Terra), Global Garden e Boku o Tsutsumu Tsuki no Hikari (La Luce della Luna) grazie alla Planet Manga/Panini Comics. Ma purtroppo pare che sia Progeggi la mia Terra che Global Garden siano oramai fuori stampa e reperibili solo sul mercato dell'usato. La Luce della Luna invece è ancora in corso.

Arisu e Rin

I Postcard Book
Negli anni '80 sono stati pubblicati dalla Hakusensha due postcard-book dedicati alle illustrazioni di Saki Hiwatari. Il primo raccoglieva cartoline postali con illustrazioni provenienti dalle sue storie brevi il secondo era dedicato a Boku no Chikkyuu o Mamotte. Il formato delle postcard è di 15 x 10 cm.
Al momento questo tipo di prodotto è reperibile solo sul mercato dell'usato giapponese a prezzi neanche tanto elevati, ma è inutile dire, che almeno il primo, è appetibile solo dai veri fan della Sensei visto che raccoglie disegni molto vecchiotti e piuttosto datati.
postcard 1
Dati Tecnici:
Titolo: Hakusensha Card Gallery - Hiwatari Saki
Autrice: Saki Hiwatari
Casa Editrice: Hakusensha
Data di Pubblicazione: 21 gennaio 1986
Codice: ISBN 978-4-592-73039-2
Prezzo: 500 yen
postcard 2
Dati Tecnici:
Titolo: Hakusensha Card Gallery - Hiwatari Saki 2 ~ Boku no Chikkyuu o Mamotte
Autrice: Saki Hiwatari
Casa Editrice: Hakusensha
Data di Pubblicazione: aprile 1988
Codice: ISBN 978-4-592-72015-7
Prezzo: 500 yen

MINI GALLERY

Ultimo aggiornamento APRILE 2013

Minmay

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:
postmaster@nekobonbon.com.

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.