Torna all'homepage del Nekobonbon

 

CHIEKO HARA

Autoritratto dell'autriceChieko Hara è una delle autrici che ha maggiormente contribuito a diffondere il genere shojo oltre i confini nipponici. I suoi lavori sono arrivati anche in Italia, grazie al giornalino di Candy, sulle cui pagine vennero pubblicati i manga "Kaze no sonata" e "Fostine", e più recentemente grazie alla Star Comics che ha dato alle stampe "Niji no densetsu".

Fare una lista esaustiva delle sue opere è un'impresa molto difficile, visto che qui in occidente sono note soprattutto quelle più vecchie [IMHO le migliori], e visto che negli ultimi anni, oltre che a dedicarsi a brevi racconti più maturi (e meno curati nel disegno), sono uscite diverse collane di ristampe delle sue opere, che raccolgono soprattutto le sue storie brevi, rimescolando un po' le raccolte già uscite.
Insomma un gran casino. Comunque cercherò di fare un minimo di ordine nella vasta produzione di questa apprezzatissima autrice.

Locky no hanayome Nata il 6 ottobre, una delle sue prime opere è stata "Locky no hanayome" ("La sposa di Locky") del 1976, a cui sono seguite varie storie brevi. Molti dei primi tankobon dell'autrice infatti sono raccolte di storie brevi, che si snodano tra gli anni '70 e gli anni '80: "Akage no Cupid" (1977), "Sootto hatsukoi" (1977), "Mitsu no blank no monogatari" (1978), "Miserarete Paris" (1980), "Oh! Sunshine" (1981), "I love girl" (1981), "Blue Light Collection" (1983), "Persian blue" (1985) e "Hoshikuzu Fantasy" (1986). Più lunga è invece "Kusekke lullaby" che conta 3 volumi (pubblicati tra il 1983 e il 1984). Mi limito ad elencarne i titoli perchè prossimamente aprirò la relativa sezione (visto che pian piano me li sono comprati quasi tutti ^_^) e quindi li riassumerò in quel contesto.

FostineA cavallo tra il 1978 e il 1979 esce "Fostine" che in 4 volumetti raccontava le avventure della zingarella Folie, allevata da un gruppo di gitani ma in realtà di nobili origini. Questa si può definire la prima opera importante di Chieko Hara (e forse la più famosa in occidente), che presenta uno stile tipico degli shojo dell'epoca, sia come disegni che come storia; in molte cose ricorda infatti i manga di Yumiko Igarashi e la somiglianza non sfuggì alla Fabbri che negli anni '80 la pubblicò in Italia con il titolo di "La storia di Luna", ma con le tavole ricolorate; nel 2009 è arrivata invece la ristampa della Star Comics in versione fedele a quella nipponica. In Giappone fu pubblicata anche una storia extra qualche anno più tardi ("Kaze o koeru, yookoo o koeru - Episoden Fostine" del 2001).

Kaze no sonataNel 1982 viene pubblicato invece "Kaze no sonata" ("La sonata del vento"), storia di Alice Jackson, un'aspirante pianista costretta ad affrontare la vergogna del fallimento finanziario della propria famiglia e della fuga della sorella con il ragazzo da lei amato. Anche questa storia è arrivata da noi sempre grazie alla Fabbri sulle pagine del giornalino di Candy, come già accaduto per Fostine, in versione "full-color" e con parte dei nomi inspiegabilmente modificati; la ristampa fedele all'originale è arrivata nel 2009 ad opera della GP Publishing.

Sulle pagine del giornalino di Candy, venne anche pubblicata un altra storia breve della Hara, con il titolo di "Ehi, Juliet" [ma non saprei dire a quale opera originale corrisponde] in cui la protagonista vive il suo primo amore di adolescenziale per un compagno di scuola.

Niji no densetsuCol passare degli anni, il tratto di Chieko Hara si è sempre più semplificato, perdendo la corposità che caratterizzava i primi suoi lavori: già osservando le tavole di "Niji no densetsu" ("La leggenda dell'arcobaleno", opera del 1985, pubblicata con il medesimo titolo anche da noi, grazie alla Star Comics), si può notare uno stile più "leggero" non solo nei disegni ma anche nella storia: secondo una leggenda, nella valle dell'arcobaleno, se ci si addormenta con 7 fiori diversi sul cuscino si sognerà il futuro marito. Da qui prende il via la storia di Finnie, una nobile ragazzina di campagna, alle prese con intrighi di potere e (ovviamente) una travagliata storia d'amore. Collegato ad essa vi è anche un volumetto speciale intitolato "Moshikashite fushigi! Niji no bangaihen", edito nel 1988.

Erica no oka no monogatariLe opere seguenti sono caratterizzate da linee più sottili, volti e figure meno aggraziate, e tavole sempre meno dettagliate. Le opere inedite nel nostro paese sono numerosissime, e tra queste possiamo ricordare innanzitutto "Erica no oka no monogatari" ("Storia della collina di erica") del 1984, che alcuni avranno già sentito nominare in quanto recensita tempo fa su un numero di Sailormoon: questo manga ha come protagoniste 2 gemelle, Elise e Clara ed è ambientato sulle Alpi Svizzere che fanno da cornice alla vita scolastica delle due bambine e alle loro storie d'amore.

Yami no AlexandraNegli anni '90 vengono pubblicate "Shiro no yukyu, kuro no eien" ("Eternità bianca, eternità nera") in 5 volumi, "Yami no Alexandra" (traducibile come "Alexandra dell'oscurità", edita in 6 volumetti, successivamente ristampati in edizione deluxe, in 3 tankobon e ambientata a Venezia) [questi giapponesi devono davvero ammirare il nostro paese^^], "Ten mo tsuki mo hana mo" ("Il cielo, la luna, i fiori") in almeno 5 volumi [dico "almeno" perché non sono sicura che sia conclusa], "Kohaku no kage" ("L'ombra ambrata" [sembra uno scioglilingua ^^]) in 3 volumi, e "Tobi iro shadow" ("L'ombra del colore del nibbio") in 3 volumi. Quasi tutte le storie sono velate di mistero e soprannaturale, rivelando una nuova faccia dell'autrice.

Senya koiuta selectionAlla fine degli anni '90 e nei primi anni del nuovo millennio, oltre alla pubblicazione di nuove opere ("Elfin ring", "Kiss no majutsu", "Medical CD", "Yume no tochuu de", "Suiren no hitsugi", "Kikasete ai wo", "Senya koiuta selection" e la lunga "Senya monogatari"…), sono stati ristampati i primi lavori dell'autrice.

La produzione successiva è legata prevalentemente alla collana Harlequin Comics: si tratta di josei manga che ricordano più romanzi Harmony a fumetti che veri e propri shojo manga. I disegni si fanno quindi sempre più essenziali ed anonimi, seppur mantenendo la loro gradevolezza e facendo riconoscere i tratti distintivi dell'autrice (soprattutto nei lunghi capelli delle protagoniste). Sono numerosi i titoli pubblicati su questa collana, vedrò se farne un elenco più avanti... per ora mi limito a segnalare che uno di essi è giunto anche nel nostro paese sulla collana "X me" della Mondadori: si tratta della storia breve dal titolo "L'eredità misteriosa" ("Fushigina yuingonjo" in originale), scritta da Emma Goldrick.

Niji no tani no AnneUltima cosa da segnalare: a fine 2003 sono usciti due tankobon intitolati "Niji no tani no Anne" ("Anne della valle dell'arcobaleno") che altro non sono che la rivisitazione a fumetti del libro "Rainbow Valley" di Lucy M. Montgomery, uno dei seguiti di "Anna dai capelli rossi" dedicato ai figli di Anne e Gilbert.

Infine, come si diceva a inizio pagina, molte sue opere sono state ristampate (e tuttora escono ogni tanto nuove edizioni), ne parlerò nelle relative sezioni, perchè elencarle qui sarebbe superfluo e dispersivo, soprattutto per quanto riguarda quelle delle raccolte di storie brevi [quelle con la copertina "quadrettata" giusto per intenderci].

Chieko Hara in Italia.

Negli anni '80 la Fabbri ha pubblicato sul "Giornalino di Candy" un paio di manga, ricolorandone le tavole: si trattava di "Kaze no sonata" (ribattezzato "La storia di Alice") e "Fostine" (ribattezzato "La storia di Luna"), entrambi vennero pubblicati "a puntate" (circa 15 tavole su ogni uscita).
Nella raccolta "X me" fu pubblicata la storia intitolata "L'eredità misteriosa".
Più recentemente, nel 2000, la Star Comics ha acquistato "Niji no densetsu" ("La leggenda dell'arcobaleno") che è stata serializzata sulla collana Amici in 4 numeri. La serie è conclusa.
Sempre ad opera della Star Comics è stata ristampata anche "Fostine", a partire da giugno 2009, in 3 volumi complessivi nella collana Express. Anche questa serie è conclusa.
Infine la GP Publishing ha ristampato "Kaze no sonata" intitolandolo "Sonata del vento", in due volumi usciti a fine 2009 nella collana GP Manga.

Sbrn

Qui sotto potete intanto trovare il collegamento alle pagine dedicate ad alcune opere di Chieko Hara.

Alice
Fostine
Juliet Ehi, Juliet
Finnie e Adrian
Artbook e LP di Chieko Hara

Ultimo aggiornamento OTTOBRE 2009

Questo sito non è a scopo di lucro.
Tutte le immagini sono © dei rispettivi autori e detentori dei diritti.
Tutti i testi sono © dei rispettivi autori.
Chi volesse usare testi e/o immagini del nostro sito
è pregato di chiederci il permesso via e-mail:

postmaster@nekobonbon.com

Queste pagine fanno parte del sito:
www.nekobonbon.com

Avviso ai visitatori: il sito Nekobonbon non usa cookie di tracciamento per fini di profilazione o marketing. Il contatore di accessi usa cookie temporanei di terze parti per l'analisi del traffico in forma anonima, continuando a navigare il sito ne accettate l'uso.
Per altre informazioni o cambiare preferenze sul consenso, visitate la pagina dell'informativa sulla privacy.